Trattamento ai 5 Acidi

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

5 acidi

Il programma REJUVEN ACTIVE ai 5 acidi è un rituale a triplice azione in grado di bloccare le contrazioni muscolari involontarie e rilassare i lineamenti del volto con un effetto lifting immediato e prolungato nel tempo, agire sull’invecchiamento cutaneo intrinseco, stimolare i processi citofilattici e riorganizzare la struttura cutanea.

Attiva i tessuti in profondità e aumenta il ricambio cellulare.
Un innovativo trattamento naturale alternativo al botulino, per un effetto distensivo, levigante e riempitivo.

La sinergia di oli essenziali agisce nel cuore della cellula con efficacia dimostrabile grazie ad una combinazione di ingredienti che promuovono la rigenerazione cellulare e attenuano i segni del tempo e l’invecchiamento.
I risultati sono visibili dalle prime applicazioni, e crescono con il tempo.

                                  4 Trattamenti ai 5 Acidi
– Piruvico – Mandelico – Lattico – Cogico – Glicolico
In più in Omaggio il SIERO2 REJUVEN ACTIVE Personal Care da 125ml e un Trattamento di Igiene Cosmetica per il tuo Viso
a soli 240 €


Succede solo da #animaecorpocentroestetico  #esteticaedimagrimento

 

 

 

 

 

 

Share

Programma REJUVEN ACTIVE agli Acidi Dermoattivi

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

ave botanical monselice

Il programma REJUVEN ACTIVE è un rituale a triplice azione in grado di bloccare le contrazioni muscolari involontarie e rilassare i lineamenti del volto con un effetto lifting immediato e prolungato nel tempo, agire sull’invecchiamento cutaneo intrinseco, stimolare i processi citofilattici e riorganizzare la struttura cutanea.
Attiva i tessuti in profondità e aumenta il ricambio cellulare. Un innovativo trattamento naturale alternativo al botulino, per un effetto distensivo, levigante e riempitivo. La sinergia di oli essenziali agisce nel cuore della cellula con efficacia dimostrabile grazie ad una combinazione di ingredienti che promuovono la rigenerazione cellulare e attenuano i segni del tempo e l’invecchiamento.                      

I risultati sono visibili dalle prime applicazioni, e crescono con il tempo.

Share

Novembre: nutri la pelle e proteggi il sistema nervoso!

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

novembre

A novembre arrivano i primi freddi e le brine mattutine, le ore di luce si riducono drasticamente e tutta la natura animale e vegetale si prepara a entrare in una fase di letargo e quiescenza. Inizia anche per noi un periodo di introspezione, ascolto e riposo. In questo mese il concetto di un’energia in ciclica e perenne trasformazione si esprime al meglio e, non a caso, all’inizio di novembre cade il Capodanno celtico, in cui il caldo mondo dei vivi e il gelido aldilà entrano in comunione tra loro a sottolineare il cerchio indissolubile dell’esistere. Anche il nostro organismo necessita di cure e attenzioni: in particolare il sistema nervoso e l’epidermide, la nostra pelle, esposta ai primi freddi e soggetta a stress, secchezza e arrossamenti.

Legumi e semi per dare tono al sistema nervoso

Con l’arrivo del freddo e del buio le foglie perdono il corpo cellulosico lasciando trasparire la loro nervatura, la cui forma è simile al reticolo nervoso; in effetti è proprio in questo periodo che tutto il nostro sistema nervoso si trova maggiormente esposto a cali psichici, stanchezza e malinconia.
Ecco perché a novembre servono alimenti “concreti” come i legumi, ricchi di minerali e vitamine. In particolare sono indicate la carruba, ricca di proteine, tannini, mucillagini e utile per regolarizzare l’intestino, e le lenticchie (lens esclulenta), ricchissime di potassio e fosforo. Le lenticchie sono molto più digeribili di altri legumi e si rivelano preziose anche in caso di anemia, in quanto contengono un alto tasso di vitamine del gruppo B.

Per combattere la stanchezza e migliorare l’umore può essere utile integrare la propria dieta anche con la radice di rodiola rosea che, oltre ad aumentare le capacità di attenzione e memoria, incrementa i livelli cerebrali di serotonina e beta-endorfine, riducendo la fame nervosa e migliorando la qualità del sonno.

Per infondere energia e combattere i cali di libido, si consiglia invece di assumere al massimo 2 o 3 cucchiai di fiocchi di maca in aggiunta al latte di riso o di soia. Questa pianta, che appartiene alla famiglia delle Crocifere e cresce sulle montagne andine attorno ai 4000 metri, è infatti ricchissima di proteine, aminoacidi essenziali, ferro manganese, zinco, calcio e fosforo.

 

Fonte: Mensile Terra Nuova

Share

L’AUTUNNO TI FA BELLA

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

AUTUNNO BEAUTY

L'AUTUNNO TI FA BELLA…



Ciao #Animebelle,
ormai la stagione del freddo e della nebbia è arrivata, ma Anima e Corpo non dimentica i suoi clienti ha pensato a qualche soluzione per ri-trovare anche in questo periodo un po' di calore.
Partiamo dal viso, il programma VITAMINACTIVE è un rituale a triplice azione in grado di migliorare la coesione epidermica e difendere la pelle da tutte le sollecitazioni esterne, schiarire e uniformare l’incarnato aumentandone la radianza, e rallentare lo scorrere del tempo.
Oppure sfruttate questo periodo autunnale per curare il vostro corpo con un programma lussuoso e rigenerante, per rimodellare la vostra siluette in vista delle stagioni più calde.
Non possono mancare i nostri massaggi che vi permetteranno di trovare benessere fisico, ma anche mentale.

Prendetevi cura di voi, belleteste.

Vi aspettiamo!!

Share

PROGRAMMA VITAMINACTIVE

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

vitaminactive

programma vitaminactive

– PROGRAMMA VITAMINACTIVE-

Il nuovo programma Viso Vitaminactive al 50% del suo prezzo!                                           

Promozione valida solo per i primi 20 NUOVI CLIENTI che condividono su Facebook questo post scrivendo #vitaminactive e invieranno i loro dati compilando il form che si trova in alto a destra.

1 Trattamento Viso VITAMINACTIVE + 20’ di RADIOFREQUENZA a 35€ anziché 70

Il programma VITAMINACTIVE è un rituale a triplice azione in grado di migliorare la coesione epidermica e difendere la pelle da tutte le sollecitazioni esterne, schiarire e uniformare l’incarnato aumentandone la radianza, e rallentare lo scorrere del tempo.

 

La Promozione è valida fino al 4 novembre 2017

Share

Il Massaggio Pindasweda

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

pindasweda

Massaggio Ayurvedico Pindasweda

Pindasweda è un termine indiano che deriva da Pinda e Sweda e significa letteralmente "aiutare il corpo a sudare e traspirare". è uno dei principali trattamenti Ayurvedici, si tratta di una pratica ayurvedica che combina il massaggio e l’utilizzo di piccoli sacchetti, chiamati potali, riempiti di erbe e spezie.

Come abbiamo detto Pindasweda, si esegue con dei fagottini di cotone detti potali, riempiti con spezie al 100% naturali, erbe profumate e oli essenziali che vanno riscaldati e applicati sul nostro corpo, producendo un effetto catabolico, cioè riducono il gonfiore e sciolgono tossine nei tessuti e nelle articolazioni.

 Il calore causa una dilatazione dei pori consentendo un rapido ed ottimale assorbimento delle proprietà, anche l'olio viene assorbito in quantità maggiore e in un tempo molto più breve, lo scopo è quello di rilassare il fisico e la mente, producendo benefici a livello emozionale, nervoso, energetico.

Per la medicina ayurvedica, Pindasweda riduce e scioglie le tossine, per questo è molto utile nei casi di artrite, osteoartrite, rigidità e gonfiore a livello articolare, gonfiore in tutto il corpo, cellulite e obesità.

Vediamoli allora questi benefici che Pindasweda ci dona:
– Ottimo per la salute e il mantenimento psicofisico dell’individuo.
– Mantiene il corpo giovane: pelle, muscoli, vene, arterie, sistema linfatico, sistema nervoso.
– Attiva la circolazione sanguigna e linfatica, accrescendo il nutrimento di tutti i tessuti del corpo.
– Favorisce l’interscambio dei fluidi corporei
– Mantiene la bellezza del corpo e la sua flessibilità
– Agisce sul sistema linfatico
– Rimuove le tossine
– Porta il sangue delle parti più interne del corpo alla superficie
– Purifica la pelle
– Attiva i polmoni e il sistema respiratorio
– Favorisce il metabolismo del cibo
– Stimola il sistema immunitario
– Aumenta la resistenza fisica
– Elimina la stanchezza

Share

Nutrigenetica e Test del Dna

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

nutrigenetica

Parliamo di Nutrigenetica, avete mai sentito parlare di Test del DNA?

Il nostro organismo è costituito da una combinazione di geni cosiddetti “buoni e cattivi,” ma nessun messaggio genetico è scolpito sulla pietra! In molti casi è possibile modificare a nostro vantaggio questi input ereditari attraverso delle scelte nutrizionali intelligenti, interagendo con il nostro destino genetico.

In campo medico, le nuove conoscenze sul Genoma Umano hanno permesso il consolidarsi di una nuova dimensione molecolare della medicina, in particolare di un settore definito come “Medicina Predittiva” ovvero una medicina, che basandosi sulle informazioni ricavabili dalla costituzione genetica di un individuo, possa anticipare una stima del rischio di quest’ultimo di sviluppare una determinata patologia durante il corso della vita.

Il progetto genoma umano ha consegnato alla comunità scientifica internazionale una sequenza genetica di tre miliardi di paia di basi condivisa al 99,9% da tutti gli individui. Le differenze sono costituite per la maggior parte da polimorfismi nucleotidici o SNPs, ovvero cambiamenti di una singola base nel DNA.

Ciascuno dei nostri geni possiede circa 10 SNPS nel suo «codice» rispetto al «gene standard», le varianti che ne conseguono vengono detti «alleli».

Ovvio che, vista la relativa alta frequenza con cui tali mutazioni ricorrono nel genoma, non tutti i polimorfismi causano gravi implicazioni per la salute, la maggior parte di essi esibisce invece solo un lieve effetto sulla funzionalità della proteina per cui codifica. Le differenze individuali che ne risultano possono spiegare perché non tutti reagiamo in modo identico alle varie sollecitazioni. L’interesse per la componente genetica della suscettibilità a malattie complesse sta quindi assumendo sempre più importanza nella medicina moderna, in quanto si sta mettendo in evidenza il ruolo di alcuni polimorfismi genetici relativamente comuni, ma che se associati tra loro e combinati con specifiche componenti ambientali, possono elevare notevolmente il rischio di sviluppare patologie diffuse nella società industriale.

Perché è importante conoscere il genoma umano?

  • PER CONOSCERE LA SEQUENZA COMPLETA DEI PROPRI GENI
  • PER IDENTIFICARE LE DIFFERENZE O POLIMORFISMI
  • PER STUDIARE L’ASSOCIAZIONI CON LE MALATTIE
  • PER CONOSCERSI FINO IN FONDO SCOPRENDO QUELLO CHE NON SAPPIAMO
  • PER INTERAGIRE CON I PROPRI GENI

La medicina predittiva-preventiva grazie all'integrazione dei dati ottenuti dalla anamnesi completa del paziente (storia propria e familiare, stile di vita, alimentazione) con il test genetico, può stimare una predisposizione di rischio verso patologie a lui relative e da qui partire per ridurre la possibilità di incorrere nella malattia attraverso la correzione dello stile di vita, l'alimentazione e attraverso la prescrizione di specifiche sostanze (nutraceutici) che hanno dimostrato scientificamente di poter aumentare la protezione verso alcune malattie.

Questo percorso definisce un inizio di un lungo percorso di benessere e prevenzione che si protrarrà negli anni e vedrà il medico e il nutrizionista come trainer della salute del paziente.

La medicina predittiva è quindi una medicina personalizzata, la risposta alla scoperta della sequenza del nostro DNA.

La più importante conseguenza di questi progressi è la possibilità di prevenire le malattie sulla base di test predittivi e informativi intervenendo con terapie adeguate e tempestive e per la maggior parte dei casi risolutive.

UNA DIAGNOSI PRECOCE E TEMPESTIVA PUO’ EVITARE SERIE COMPLICAZIONI E PATOLOGIE DEGENERATIVE.

I test predittivi GENOMA sono test di suscettibilità genetica che hanno perciò come funzione:

– identificare i fattori di rischio

– mirare alla prevenzione precoce

– evitare o limitare la patologia

In definitiva, sebbene la predisposizione genetica individuale sia immutabile, sotto il profilo ambientale, in relazione cioè allo stile di vita dell'individuo, alla sua alimentazione sarà possibile agire su tale costituzione evitando completamente, ritardando o limitando l’espressione della patologia.

Attraverso il test, due saranno i passaggi fondamentali:

– la Refertazione (definisce il fattore di rischio genetico)

– il Trattamento Personalizzato (agisce sui fattori ambientali)

Share

I benefici del massaggio

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

feel better

Parlando dei benefici del massaggio dobbiamo sapere che ogni tecnica di massaggio o di trattamento ci donerà molteplici tipi di effetti su di noi e sul nostro corpo, molti di questi li possiamo accomunare se non con tutti, con una buona maggioranza delle tecniche di massaggio che oggi troviamo sul mercato del Benessere, i quali sono dovuti alla tipologia di tocco, alla pressione esercitata e al veicolo usato per massaggiare, creme, oli, a secco.

La prima cosa che dobbiamo dire è che il massaggio migliora la pelle in termini di luminosità e bellezza, otteniamo l’eliminazione delle cellule morte, la stimolazione dei pori ottenendo così un miglior assorbimento dei nutrienti contenuti nei prodotti utilizzati e una maggiore elasticizzazione e distensione della pelle.

Quando parliamo di massaggio la prima parola che ci viene in mente è rilassamento.

Massaggiare i muscoli aiuta a sciogliere le tensioni, le contratture muscolari e i   trigger points che si creano e che si accumulano durante la giornata.

Il rilassamento e una migliore tonicità dei muscoli ci porterà sicuri vantaggi anche a livello osseo e articolare: una maggiore elasticità, ampiezza e facilità di movimento.

Un’altra conseguenza del massaggio è il movimento di liquidi, che ci darà vantaggi in termini di eliminazione da parte dei reni delle tossine e delle scorie che si accumulano nel corpo in caso di ristagno linfatico o malfunzionamento del sistema stesso.

L’eliminazione dei liquidi ci porterà ad un netto miglioramento del sistema immunitario, oltre ad un effetto estetico importante: la stasi della circolazione in qualsiasi forma si manifesti crea terreno fertile per i cuscinetti antiestetici tanto odiati dalle donne.

Vogliamo metterci anche la cellulite? Con il massaggio otteniamo miglioramenti grazie all’aumento della microcircolazione, ma questo effetto rigenerante è in grado di contrastare infiammazioni e edemi.

Al movimento linfatico aggiungiamo anche quello sanguigno: durante il massaggio è possibile migliorare la quantità, ma anche la qualità del sangue che scorre nelle nostre vene e arterie; l’aumento del flusso ematico, aggiunto alla diminuzione della pressione sui vasi sanguigni risultano un grosso aiuto per il cuore: infatti quando le arterie si dilatano e la frequenza cardiaca diminuisce, il nostro muscolo cardiaco si rafforza.

Altra cosa importante, un flusso ematico migliore garantisce il giusto nutrimento a tutti i tessuti e organi del nostro corpo con conseguente aumento di benessere, salute e prevenzione.

Ricordate lo stress comporta tensione muscolare ed è proprio questa tensione che limita il nostro stato di benessere.

Il nostro sistema muscolare costituisce un sistema ad alta priorità e quando viene attivato sovrasta gli altri sistemi come quelli responsabili della propriocezione e delle sensazioni, ma anche dell’attenzione e delle capacità mentali che, quindi, si trovano ad essere in uno stato di blocco.

Perciò se noi riusciamo ad eliminare queste tensioni, tutto il nostro organismo ne gioverà, riuscendo in questa maniera a ritornare in equilibrio e favorendo il corretto funzionamento e lo sblocco degli altri apparati.

Il nostro corpo produce naturalmente molte sostanze del benessere, come le endorfine, che sono utilissime nel prevenire la depressione e per combattere dolore e ansia.

Aggiungiamo anche i miglioramenti per il nostro apparato respiratorio; il maggior stato di rilassamento, il minor grado di ansia che porta con sé il massaggio il trattamento dei muscoli intercostali e del diaframma, rendono la nostra respirazione più libera, con conseguente vantaggio in termini di maggior e miglior ossigenazione del sangue e dei tessuti.

Oggi anche la scienza è concorde nel confermare di come la mente sia intrinsecamente collegata al corpo e come in quest’ultimo si possano instaurare delle contrazioni croniche in seguito al congelamento di alcune emozioni.

La rigidità dello stato emotivo si ripercuote in tensioni muscolari croniche e relativi blocchi energetici: con il massaggio è possibile liberarsene e poter in questo modo dare libertà alle emozioni bloccate di ognuno.

Parlando ancora di energia vediamo come secondo la medicina energetica il nostro corpo è percorso da canali energetici, i quali sono responsabili del buon funzionamento di organi e visceri: un buon trattamento può aiutare a riportare armonia ed equilibrio nel flusso energetico della persona.

Dall’apparato respiratorio a quello circolatorio, il massaggio porta beneficio anche all’apparato digerente, un maggior afflusso di sangue, la maggior libertà di movimento a livello connettivale e le stimolazioni riflesse sono di grande aiuto per migliorare le fasi della digestione.

Oltre allo stomaco e forse in maniera ancora più evidente, trova giovamento in questo modo anche l’intestino, grazie alla maggior stimolazione della peristalsi.

Concludendo possiamo tranquillamente dire che il massaggio è un toccasana per tutti, nel combattere lo stress e migliorare la funzionalità generale del nostro corpo.

Quindi cosa aspettate, regalatevi subito o al massimo per domani un massaggio.

Buon rilassamento!

Share

Alle Terme in Autunno

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

acquore autunno

La calda stagione è finita, fattene una ragione,ma l’autunno non è poi così male. La natura si colora di arancio, il termometro inizia ad abbassarsi e aumenta la voglia di coccole e relax. Una giornata alle terme è sempre una buona occasione per staccare la spina, non credi? L’autunno potrebbe essere la stagione migliore per farlo, soprattutto se puoi farlo ad un prezzo speciale.

Seguici in questo viaggio autunnale e fatevi sedurre dalle proposte che Anima e Corpo ha pensato per voi, per ritagliarvi uno spazio di relax e di benessere in questo mondo frenetico.

Una fuga di relax termale, accolti dalla natura dei nostri Colli Euganei.

Anima e Corpo e le Terme di Galzignano hanno strutturato dei percorsi specialissimi, per regalarvi un’autentica giornata alle terme.
Le Terme diventeranno il vostro rifugio di pace e serenità, dove poter riscoprire il piacere dei ritmi lenti, che molte volte, nella frenesia della quotidianità vengono dimenticati e iniziare un viaggio straordinario, per una rigenerazione fisica e mentale.
Anche una sola e semplice giornata alle terme, vi potrà donare nuova e frizzante energia, per affrontare ogni problema o questione della vita quotidiana con il sorriso!

Fermati un Momento!

Non è mai troppo presto né troppo tardi per concedersi un giorno di vacanza, una Day Spa; soprattutto quando le giornate diventano troppo lunghe o troppo pesanti, quando la mente è più stanca del corpo: è il momento di staccare, di farsi una Day Spa.      

L’offerta include:

– accesso alle piscine termali interne ed esterne

– un massaggio Acquore da 50’ in acqua termale

– utilizzo di ombrellone e lettini per rilassarsi in giardino

con possibilità di:

– pranzo con 3 portate (bevande escluse) o cena 4 portate (bevande escluse)

– camera d'appoggio

Le piscine esterne, immerse nel verde, sono dotate di vasche idromassaggio e Kneipp.

La temperatura delle piscine è di 36° tutto l’anno e scende a 28° nella piscina sportiva per una sferzata di energia.

Un percorso benessere e di rigenerazione, che riguarda la salute dell’organismo e la bellezza.

A PARTIRE DA 60 €

Per informazioni telefona allo 3358745914

 

Share

Le offerte di Ottobre

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

autumn

Ottobre è arrivato e con lui anche le nostre proposte, idee per affrontare questa nuova stagione che ci porterà verso l'inverno.

Prepariamo allora il nostro corpo, il nostro viso che è stato messa a dura prova durante l'estate, così anche il nostro corpo che durante la calda estate magari si è lasciato andare, accumulando qualche chiletto in più.

Partiamo con il corpo, parola d'ordine DETOSSINARE.

1 SCRUB PROFESSIONAL TOTAL BODY

1 CONSULENZA ALIMENTARE CON LA NOSTRA DIETISTA

1 WRAP SALINO CON MASSAGGIO

1 LPG ENDERMOLOGIE

1 RADIO FREQUENZA

5 TRATTAMENTI A 228€

10 TRATTAMENTI A 360€

Il nostro corpo va coccolato, cosa c'è di meglio nel farlo massaggiare, per restituirgli tono ed elasticità, per drenare e anche per farci rilassare, prendersi un pò di tempo per poi ripartire nella quotidianità.

1 MASSAGGIO ABYANGAM

1 MASSAGGIO PINDASWEDA

1 SHIRODHARA

tutti questi trattamenti ayurvedici a 140€ anzichè 180

Non ci siamo dimenticati del viso, ecco venirci incontro l'ultima novità di Casa Marzia Clinic, VITAMINACTIVE.

4 Trattamenti VITAMINACTIVE + 20' Radio Frequenza

in OMAGGIO

1 Siero2 VITAMINACTIVE per continuare il trattamento a casa

1 Pulizia del Viso

al prezzo speciale di 300 €

Noi hai trovato quello che fa al caso tuo, il nostro staff è a vostra disposizione per creare pacchetti personalizzati ad ogni vostra esigenza; dalla consulenza alimentare, al massaggio, dalla ceretta a trattamenti corpo.

Chiamaci o compila il form in alto a destra e saremo lieti di rispondere e di esaudire i tuoi desideri.

 

Share

E’ arrivato l’Autunno.

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

autunno estetica

È arrivato l’autunno, Animebelle, per molti questa stagione è sinonimo di malinconia, ma diciamo che in questo periodo dell’anno la natura ci dona un sacco di sorprese e ricchezze, ottime per il nostro BenEssere.

Autunno deriva dal latino augere, che significa aumentare, arricchire; l’autunno quindi è tutt’altro che “decadenza”; è una stagione ricca di prodotti. Si raccolgono uva, olive, mele, pere e kiwi; nei boschi si va a funghi, ma è anche tempo di castagne noci, nocciole.

Abbiamo chiesto alla nostra dietista, la dott.ssa Sabrina Zorzato dell’Ambulatorio Dietistico Anima e Mente di Monselice, di farci una classifica dei cibi di cui non possiamo fare a meno in autunno.

Ne è uscita una ricca e variegata scelta di frutta e verdura ricca di vitamine e proprietà antiossidanti, mineralizzanti, depurative.

  • Funghi: ricchi di sali minerali come potassio, fosforo, rame e selenio, un valido aiuto per il buon funzionamento del sistema immunitario.
  • Porri: rinforzano il sistema immunitario, inoltre depurano e disintossicano.
  • Fagioli: ricchi di ferro e le fibre che contengono contribuiscono ad un buon funzionamento intestinale.
  • Bietole: aiutano il corretto funzionamento del sistema nervoso grazie alla vitamina k, grazie alla presenza di luteina fanno bene agli occhi e alla vista e il calcio contenuto rafforza le ossa.
  • Cavolfiori: depurativi e rimineralizzanti, sviluppano un’azione antibatterica e antiossidante.
  • Prugne: hanno potere energizzante e aiutano a combattere la stanchezza.
  • Kiwi: ricchi di vitamina C e antiossidanti, utili in caso di stipsi e hanno potere energizzante e stimolante.
  • Pere: aiutano ad eliminare le sostanze dannose dall’organismo, grazie alle fibre in particolare alla lignina aiutano a contrastare il colesterolo. 
  • Mele: combattono l’inappetenza, la stanchezza e il nervosismo facilitando la digestione e proteggendo le mucose di bocca e intestino.
  • Nocciole: possiedono il rapporto più alto tra acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi, quindi aiutano a contrastare i livelli di colesterolo LDL (colesterolo cattivo) e trigliceridi nel sangue innalzando i livelli di HDL (colesterolo buono).
  • Noci: fonte di Omega 3, proteggono contro le patologie cardiache e le malattie di tipo infiammatorio. Contengono acido ellagico, antiossidante benefico per il sistema immunitario c. Infine, sono preziose fonti di sali minerali (magnesio, calcio, potassio) e vitamina E. 

Oltre a questi aggiungiamo altre delizie autunnali: uva, giuggiole, melograni, castagne, cachi, zucche, cavoli, nespole.

L’alimentazione è importante, ma non dimentichiamo anche chi ospita la nostra Animabella, il nostro corpo, la sua cura; cosa che molti di noi considerano solo occasionalmente o in circostanze particolari.

Ce ne preoccupiamo magari con l’inizio della bella stagione, prima dell’estate… non certo prima dell’inverno, in autunno.

La nostra pelle ha ancora qualche traccia dell’abbronzatura, macchiata in qualche punto, poco luminosa, affaticata o segnata.

Non dimentichiamo il sole oltre a regalarci un colorito invidiabile, invecchia la nostra cute. E allora come possiamo prendersi cura della nostra pelle in autunno?

Ecco i nostri consigli:

  1. Esfoliare: lo scrub su tutto il corpo o solo su quelle zone che mostrano la necessità di essere esfoliate. Usate creme o fluidi che contengono microgranuli che eliminano lo strato superficiale dell’epidermide portando con sé impurità e cellule morte. Potete ricorrere al guanto di crine oppure a una spugna ruvida per frizionare la pelle; questo trattamento, stimola la circolazione, leviga la pelle e toglie le tracce di impurità lasciate dalla tintarella.
  2. Idratare: dopo aver fatto la pulizia profonda, usate una crema emolliente, nutriente o idratante. Per mantenere la pelle sana e luminosa è importante fare spesso una pulizia extra. Per il corpo ci sono i detergenti naturali come la farina d’avena, di soia o di mandorle, l’argilla, e gli amidi di riso o frumento. Usate assieme all’acqua per la detersione quotidiana, oltre a eliminare impurità e depositi di sebo, tonificano e restituiscono colore e luminosità alla pelle.
  3. Viso: stesso discorso per il viso, dove uno scrub molto delicato può essere accompagnato da un prodotto idratante extra ricco ed eventualmente da una maschera restituiva ed emolliente.

Non dimentichiamo il movimento, il relax, il riposo, l’alimentazione e allora buon Autunno Animebelle.

Share

OTTOBRE: TEMPO DI DETOSSINARE

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

detossinare

Detossinare vuol dire liberarsi da ciò che ci intossica: eliminare dal nostro organismo le sostanze tossiche o nocive.

PERCHE’ FARLO?

Perché detossinando attiviamo il nostro metabolismo e manteniamo l’organismo libero da tossine, contribuendo a conservare lo stato di salute e rende maggiormente efficaci eventuali cure e terapie.

COME DETOSSINARE

Tra le tecniche usate per detossinare il corpo troviamo la dieta disintossicante o detox, un regime alimentare che punta a depurare l’organismo da tutte le tossine accumulate nel tempo, per via del cibo, dei farmaci, dell’inquinamento ambientale e psicologico e, in generale, dalle scorrette abitudini quotidiane.

I cibi detox sono quelli ricchi di acqua, fibre, vitamine, sali minerali e antiossidanti, quindi verdure e frutta.
Assieme alla giusta alimentazione, all’attività fisica leggera e ai trattamenti benessere hanno potenti effetti benefici per detossinare il corpo e riacquisire uno stato di benessere.

I NOSTRI TRATTAMENTI DETOX

Trattamento dello scrub: consiste nell’eliminazione di tutte quelle particelle di sporcizia e cellule morte che si depositano sull’epidermide. Questo avviene grazie ai piccoli granuli presenti nelle creme che vengono usate nel trattamento e che di sovente risultano a base di acidi di frutta.

Trattamento Body Wrap: è una tecnica molto diffusa per il linfodrenaggio, un trattamento eseguito attraverso un bendaggio in combinazione con argille che stimolano lo smaltimento delle tossine che ristagnano tra le cellule adipose, responsabili della difficoltà di perdita di peso e dell’accumulo di cellulite. A seguire un piacevole e rilassante massaggio con crema idratante.

Abituarci a ricevere trattamenti benessere, ci aiuta a contrastare il naturale processo di invecchiamento della pelle, favorendo la formazione di cellule sane e giovani.

Inoltre dona lucentezza e morbidezza alla pelle, mantenendola liscia e levigata e attenuando l’effetto buccia d’arancia. Infine il trattamento scrub combatte la screpolatura e la secchezza dell’epidermide.

A questi trattamenti Detox aggiungiamo la tecnologia dei nostri macchinari, LPG Endermologie® stimola delicatamente la pelle per riattivare l’attività cellulare assopita, in maniera naturale e indolore. Una strategia intelligente, senza rischi né effetti collaterali, per rallentare la comparsa degli antiestetici segni del tempo, rispettando l’ecologia della pelle e la fisiologia del corpo.

LPG Endermologie® accelera la produzione delle sostanze della giovinezza (collagene, elastina, acido ialuronico), per una pelle più compatta, attiva il processo di eliminazione delle cellule adipose, per una silhouette affinata, e riattiva la circolazione dei liquidi, per un’azione disintossicante profonda. Tutto questo in modo non invasivo né aggressivo, piacevole e sicuro.

La radiofrequenza è un trattamento molto efficace e duraturo per combattere la cellulite, le adiposità localizzate e i segni dell’invecchiamento cutaneo.

Questo trattamento non invasivo né doloroso, sfrutta gli effetti biostimolanti generati dal calore, distruggendo gli accumuli adiposi e contrastando il ristagno dei liquidi.

Stimola la produzione di nuovo collagene ed elastina, garantendo alla pelle più tono ed elasticità assicurandole una sorta di lifting istantaneo.

Migliora la circolazione cutanea con effetto drenante e detossinante.

 

Ultima ma non meno importante, la consulenza alimentare con la nostra Dietista Sabrina Zorzato, che grazie alla sua decennale esperienza saprà guidarvi e consigliarvi un più corretto e sano stile alimentare.

 

Vuoi saperne di più? Compila il form in alto a destra e ti risponderemo subito.

 

Share

Autunno, è tempo di occuparmi di me.

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

massaggio ayurvedico

L’estate è finita, l'autunno è arrivato e con il cambio di stagione avvengono in noi anche cambiamenti fisici e mentali.               L'autunno è una stagione in cui l'elemento Aria (in sanscrito Vayu) è predominante, c'è più leggerezza, il clima diventa via via più freddo e secco mentre le nubi si avvicinano portate dal vento; è in generale un momento in cui Vata dosha viene aggravato ed è consigliabile equilibrarlo per evitare situazioni di stress. Vata è infatti associato principalmente al sistema nervoso ma regola anche i livelli dei liquidi nell'organismo e le modalità con cui viene assimilato il cibo.

Consigli Autunnali

Un massaggio con olio di sesamo caldo compensa la tendenza stagionale al secco e alla rigidità muscolare. L'olio viene lavato, dopo il massaggio, con una doccia calda.

Due gocce di olio essenziale di basilico linalolo o arancio tra le sopracciglia e sulla gola aiutano a bilanciare lo squilibrio di Vata.

Un cucchiaino di Chywanaprash biologico al mattino aiuta a mantenere l'energia e rinforza il sistema immunitario in questo momento di cambiamento. Chywanaprash è il più importante dei rasayana (ringiovanenti) ed è un grande rimedio per ridurre Vata e mantenere la forza interiore. Ashwagandha è un tonico che aiuta a rinforzare il sistema immunitario, dona vitalità e aiuta a contrastare l'ansia.

Una dieta costituita da cibi caldi che siano dolci, leggermente piccanti, acidi o salati favorisce il radicamento. Queste qualità aumentano kapha.

Evitare troppe verdure crude, bevande fredde, legumi, alimenti fermentati e lieviti in autunno è bene poiché possono causare gas e rallentare la digestione.

Alla fine della giornata una deliziosa tazza di latte caldo con un pizzico di noce moscata e un po' di cardamomo oppure una tisana con un po' di miele aiuta a riposare meglio.

Per tutte queste ragioni, vogliamo proporti questo pacchetto di 3 trattamenti ayurvedici, proverete la bellezza dell’Abyangam, il dolce calore di Pindasweda e il viaggio con Shirodhara.

Ti interessa? Chiamaci allo 0429 780730 o scrivici compilando il form in alto a destra e ti risponderemo subito.

Buon Autunno Animebelle

Share

I trattamenti più efficaci contro la cellulite.

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

cellulite

I 3 trattamenti più efficaci contro la cellulite: le nuove tecnologie per combattere la cellulite senza l’uso della chirurgia.

Il mercato della lotta alla cellulite è davvero variegato e composito. Ultimamente, i trattamenti invasivi come la liposuzione vengono messi da parte a favore dei trattamenti estetici non chirurgici. Ma quali sono quelli che possono funzionare davvero bene? Ne esistono diversi, ma quelli che vanno per la maggiore sono tre:

  1. La Radiofrequenza
  2. La Endermologie
  3. La Osmosi Ultrasonica Inversa

Vediamo come orientarsi e come si utilizzano.

  1. La radiofrequenza per la cellulite è un trattamento suddiviso in sedute che variano in relazione alle zone da trattare. Si effettua con un macchinario che grazie all’emanazione di onde elettromagnetiche produce calore all’interno dei tessuti. Tale processo ha una doppia funzione: bruciare i grassi e stimolare la produzione di collagene. In questo modo, non solo la cellulite viene “sgretolata”, ma anche il corpo viene rimodellato.
  2. Il trattamento di Endermologie LPG, anche detto lipomassage, è una ginnastica sottocutanea profonda. Consiste nel duplice movimento della cute e dei tessuti attraverso due manipoli ROLL IN e ROLL UP che riattivano il metabolismo dei tessuti e la circolazione profonda. Tra i trattamenti è indubbiamente il meno invasivo e andrebbe associato a una corretta alimentazione e tanta acqua. Utile soprattutto per chi soffre di ritenzione idrica e poca attività fisica.
  3. La Osmosi Ultrasonica Inversa è anche detta “liposuzione non chirurgica “. Il motivo è semplice: grazie ad un sistema di ultrasuoni “martella il grasso” sciogliendolo ed eliminandolo nelle urine. Sebbene sia un trattamento non chirurgico, la Osmosi Ultrasonica Inversa può essere parecchio potente e la sua applicazione deve essere valutata attentamente dallo specialista, poiché può dare vita a fenomeni di “eccessivo svuotamento” delle parti trattate. La Osmosi Ultrasonica Inversa può essere seguita da un massaggio linfodrenante per aiutare il corpo a eliminare le tossine che si disciolgono nel sangue.

Se state pensando di fare un trattamento estetico contro la cellulite, evitate accuratamente il fai da te come metodo di scelta. Solo un’estetista esperta, infatti, sarà in grado di stabilire quale tipo di cura è più adatta al caso specifico o se, addirittura, sia meglio non intervenire con nessuno di questi trattamenti od optare, per esempio, per un ciclo di pressoterapie o di massaggi linfodrenanti.

Presso il nostro centro potrete trovare tutte queste tecnologie che vi abbiamo elencato, inoltre avrete la possibilità di fare un check up con la nostra Dietista nel nostro Ambulatorio Dietistico Anima e Mente.

Share

Programma Vitaminactive Viso

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

TRATTAMENTO VISO

Il programma VITAMINACTIVE è un rituale a triplice azione in grado di migliorare la coesione epidermica e difendere la pelle da tutte le sollecitazioni esterne, schiarire e uniformare l’incarnato aumentandone la radianza, e rallentare lo scorrere del tempo.

Ridisegna e ridefinisce i contorni del viso aumentando l’idratazione, l’elasticità e la compattezza cutanea.

Un innovativo trattamento che stimola il corpo e la mente, porta a nuovi orientamenti psichici per nuove soluzioni e nuove prospettive. La sinergia di oli essenziali agisce nel cuore della cellula con efficacia dimostrabile grazie ad una combinazione di ingredienti che promuovono la coesione cellulare e la struttura della matrice extra-cellulare.

Le proprietà degli ingredienti funzionali sono potenziate dall'efficacia della Radio Frequenza, per darti una serie di risultati visibili da subito.

4 Trattamenti VITAMINACTIVE + 20' Radio Frequenza

in OMAGGIO

1 Siero2 VITAMINACTIVE per continuare il trattamento a casa

1 Pulizia del Viso

SPECIAL PRICE 300 €

 

Sei interessata a questo trattamento?                                                                                                  Compila il form che trovi in alto a destra e ti daremo tutte le informazioni che desideri.

 

Share

I SALDI DELL’ANIMA

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

SALDI ESTETICA

I SALDI DELL'ANIMA E IL GETTONE TECNOLOGICO

Fino al 20 Agosto, ritorna il GETTONE TECNOLOGICO, tutti i nostri macchinari:

– Radio Frequenza

– O. U. I. Osmosi Ultrasonica Inversa

– LPG Endermologie

– Pressoterapia

a soli 1€ al Minuto.

– Antirughe per il Viso

– Tonificante per Braccia e Glutei

– Liporiducente per Addome e Glutei

– Drenante e Anticellulite per le Gambe

Tutti i pacchetti sono Personalizzabili e comprendono una Consulenza Dietetica Gratuita          con la nostra Dietista.

 

Share

La Vescicola Biliare

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

vescicola biliare

Perché dovrei conoscere il meridiano Vescicola Biliare?

L’energia Vescicola Biliare è quella che ci supporta nelle decisioni.

Mi sembra già una motivazione valida, no? Sì, ok, mi spiego meglio.

Vescicola Biliare (per gli amici Vescicola, non vogliatemi male ma è lunghissimo da scrivere se no!) in equilibrio ci dà la chiarezza mentale e la forza (possiamo anche dire la Rabbia, come vedrai più sotto) che ci servono per prendere delle decisioni consapevoli, che non porteranno a rimorsi, anche se si riveleranno non perfette.

L’energia Vescicola Biliare e le emozioni

Anche Vescicola Biliare, come Fegato, è collegata al Legno e quindi alla rabbia.

Per descrivere Vescicola è bello utilizzare l’immagine della rabbia del Vento (anche il Vento, per il Taoismo, appartiene al movimento Legno).

Il vento è una forza potente che quando si scatena può devastare i luoghi in cui arriva, facendo danni spesso enormi. A volte il vento fa paura: quando fa sbattere le porte e le finestre e fischia all’interno delle case.

E ora pensa ad una barca a vela, che grazie al vento può muoversi nel mare. Il bravo marinaio sa come far arrivare la barca esattamente dove vuole: impara a fare dei calcoli, a guardare cos’ha intorno a sé ed a valutare le possibilità, conosce qual è il vento che soffia, si appoggia alla sua forza, e si fa portare.

L’energia di Vescicola percorre i lati del nostro corpo, e ci dà la possibilità di guardarci intorno per valutare.

Scorre sulle nostre scapole, per darci la forza di andare avanti a schiena dritta, facendoci supportare dalla forza del vento, scende sulle nostre gambe, per farci stare ben piantati a terra e darci la forza di muoverci nella direzione che abbiamo scelto.

Come potresti contattare e nutrire l’energia Vescicola Biliare?

Pensa ad un momento della tua vita in cui hai preso una decisione, grande o piccola, di cui non ti sei mai pentito, magari è stato difficile e ti sei sentito o sentita dire che coraggio.

Pensa ad una volta in cui hai sentito di aver valutato con sufficiente cura tutte le opzioni, e poi hai preso una strada.

Ecco, quell’emozione lì, quella sensazione era proprio il tuo vento. Ti ha portato dove volevi, vero?

Vescicola si nutre così: prendendo il coraggio di decidere con consapevolezza.

No, non è (sempre) facile, ma a volte è l’unico modo possibile, e porta sempre a serenità. Se hai bisogno di riflettere prima di prendere una decisione, puoi anche inserire consapevolmente nella tua pratica l’esercizio di stretching dei meridiani di Legno.

Dico consapevolmente perché mentre fai l’esercizio puoi immaginare proprio di dare energia a questo meridiano, e farti aiutare a trovare il vento buono per te.

Tratto da http://www.perlavitachescegli.it/meridiano-vescicola-biliare/

 

 

Share

Guida alla scoperta dei profumi di madre natura 4 Parte

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

aromaterapia

Oli essenziali piccanti

Hanno aromi forti, corroboranti e fortemente energetici. Sono estratti da piante che arrivano dai Paesi che si affacciano sull’Oceano Indiano (Madagascar, Zanzibar, Indonesia, Sri Lanka, Mauritius), dove al caldo umido si unisce l’effetto delle brezze marine, favorendo la crescita di piante dalle fragranze intense (quelle delle mitiche “isole delle spezie”).

Riscaldano, corroborano e mettono in movimento le energie a livello fisico, mentale ed emotivo. Stimolano la circolazione; sciolgono i muscoli tesi. Sono tonici, anti-depressivi (ed euforizzanti), afrodisiaci (stimolano i sensi), combattono la stanchezza e favoriscono la concentrazione.

Attenzione: Contengono principi attivi che possono essere irritanti per la pelle e quindi vanno sempre usati con parsimonia e molto diluiti, mai puri.

Come impiegarli: diffusi nell’ambiente o per massaggi (diluirli bene in oli vettori o creme per il corpo).

Rientrano in questo gruppo:

cannella (nota di base) – si ottiene dalla corteccia di rami giovani mediante distillazione

chiodi di garofano (nota di base) – si ottiene dai boccioli dei fiori quando il fiore diventa rosso (essiccati) per distillazione

noce moscata (nota di base) – si ottiene dai semi per distillazione

pepe nero (nota di base) – si ottiene dai frutti (essiccati e triturati) per distillazione

zenzero (nota di base) – si ottiene dal rizoma (essiccato) per distillazione

Oli essenziali da resine e legni caldi

Richiamano atmosfere d’Oriente o del Medio Oriente. I loro aromi sono caldi e avvolgenti; danno pace e forza interiore; smorzano aggressività e iper-attività. Hanno proprietà anti-infiammatorie, cicatrizzanti ed eudermiche (rendono bella la pelle). Favoriscono sonno, riflessione e meditazione.  Spesso sono usati per favorire l’incontro con la sfera del divino (es. incenso bruciato in chiesa).

Come impiegarli:  per diffusione ambientale; assieme a oli e creme per il viso e il corpo; per bagni aromatici; per profumi personali.

Rientrano in questo gruppo:

benzoino (nota di base) – si ottiene dalla resina disciolta in acqua o per distillazione

incenso (nota di base) – si ottiene dalla resina per distillazione

patchouli (nota di base) –  si ottiene dalle foglie (essiccate e fermentate) per distillazione

mirra (nota di base) – si ottiene dalla resina per distillazione

sandalo (nota di base) – si ottiene dal cuore del legno e dalle radici per distillazione

 

Oli essenziali utili

Sono oli utilizzati per la loro grande praticità nella vita di tutti i giorni.

Rientrano in questo gruppo:

Tea tree (nota di cuore) – si ottiene da foglie e rametti per distillazione risolve piccoli problemi della pelle (scottature, punture d’insetti, micosi, herpes); cura afte e gengiviti (sciacqui); è usato per lavande vaginali; si applica al torace nelle malattie da raffreddamento. In piccole quantità può essere applicato anche puro (verificare però se si è allergici).

Citronella (nota di testa) – si ottiene dall’erba fresca (o parzialmente essiccata) per distillazione molto utilizzata come insettifugo (tiene lontane le zanzare); può essere impiegato nella pulizia della casa (igienizza in modo naturale e tiene lontani gli insetti).

 

A ciascuno il suo olio

Alla fine del 19° secolo Septimus Piesse scrisse un libro “L’arte della profumeria” in cui paragonava gli oli essenziali e i loro aromi ai suoni musicali. Di questo suo studio nella moderna aromaterapia è rimasta la classificazione in oli con note di testa (nota alta), nota di cuore (nota media) e nota di base (nota bassa). Questa classificazione considera che la diversa velocità con cui gli oli vaporizzano (assieme alle loro caratteristiche e proprietà) è importante per determinare il profumo ideale, che dovrebbe comprendere almeno 1 nota alta, 1 media e 1 bassa.

Nota di testa (nota alta): è propria degli oli più leggeri e che evaporano più in fretta. Sono assai volatili e hanno una vibrazione molto alta e sottile, che agisce dal basso verso l’alto (sono i primi ad essere avvertiti quando si annusa un profumo). Possono essere essenze fresche o fruttate come quelle degli agrumi, con effetto calmante sul sistema nervoso, o pungenti e canforate come quelle degli oli balsamici, dai benefici effetti sul sistema respiratorio e circolatorio.

Caratteristiche di chi predilige questa nota

Ha una notevole energia; è dinamico e creativo. Persona aperta, disponibile, socievole ed estroversa.  Ama l’azione e la vita all’aria aperta. E’ poco tollerante e facile alle arrabbiature. E’ loquace, portato alle cose nuove, alla rottura di schemi e pregiudizi. Non ama la routine; si annoia facilmente. Può essere arrogante, ma dietro all’arroganza cela soprattutto timidezza. Racchiude in sé pregi e difetti degli elementi aria e fuoco.

Nota di cuore (nota media): appartiene agli oli morbidi e floreali, dalla volatilità media che porta verso il cuore e che sono ricavati dai fiori con effetto riequilibrante e vitalizzante, adatti soprattutto nei momenti di forte agitazione o tristezza.

Caratteristiche di chi predilige questa nota

Ha energia costante e necessità di esprimere i sentimenti; ama e cerca sensualità. E’ la nota degli equilibri tra gli opposti (fuoco e acqua) e chi la preferisce cerca soprattutto equilibrio nella vita (e per questo spesso sposa situazioni di compromesso). Disponibile e spontaneo, esprime facilmente i suoi stati d’animo. E’ flessibile e aperto, ma non vede di buon occhio le interferenze nella propria vita o nella propria routine. Ha buona memoria e sa ascoltare. Resiste alla fatica e ha notevole senso di responsabilità. Buon lavoratore, ma ha bisogno di essere riconosciuto.

Nota di base (nota bassa): gli oli di questo gruppo hanno profumo caldo e pesante; sono poco volatili, ricavati da legni, resine e spezie. Hanno effetto tonificante. La vibrazione bassa, pesante e profonda, porta verso la terra: sul piano psichico aiutano a dare stabilità e forza.

Caratteristiche di chi predilige questa nota

Ama esercitare la leadership e avere il controllo della situazione e delle persone.

È molto ambizioso e possiede energie inesauribili. Deciso, determinato, quasi mai si scoraggia. Sa aspettare, ma vuole centrare i suoi obiettivi. Testardo e a volte autoritario; considera il nuovo o come una minaccia o come un’opportunità per attestare la sua leadership. Fa comunque fatica ad aprirsi al nuovo: lo deve controllare e poi dominare. Tradizionalista, conservatore, puntuale.

 

Fonte http://www.affarnostro.it/1/discipline-a-confronto/guida-alla-scoperta-dei-profumi-di-madre-natura.html

Share

Gambe Leggere

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

gambe leggere

Durante il periodo estivo il dolore alle gambe diventa insopportabile, vorremmo avere gambe leggere, ma vediamo i trattamenti per risolvere il problema.

Senso di pesantezza, tendenza al gonfiore delle caviglie, indolenzimento e formicolio alle gambe: sono disturbi diffusi con il caldo specie per chi trascorre per lavoro molte ore in piedi, che solitamente scompaiono con la fine della stagione estiva.
Talvolta, tuttavia, possono essere un segnale di insufficienza venosa, dovuta al ristagno del sangue (stasi) nelle vene.

Le nostre gambe,quindi, possono diventare pesanti con una tendenza ad accumulare liquidi, e pertanto cellulite, causa di una cattiva circolazione. Ebbene ecco un rimedio naturale per aiutare l’organismo a liberarsi dei liquidi in eccesso, è possibile ricorrere a dei bendaggi. Questo trattamento alle gambe prevede l’utilizzo di particolari bende imbevute di sali e principi attivi capaci di richiamare per osmosi i liquidi intrappolati tra le cellule, liberando così i tessuti che per colpa della ritenzione si sono infiammati.La seduta di bendaggio alle gambe inizia con uno scrub leggero.

L’estetista parte dalla caviglia, avvolge intorno a ciascuna gamba una garza di cotone imbevuta di un gel drenante e riducente, trascorso il tempo necessario, le garze vengono srotolate e con un leggero massaggio viene fatto assorbire il gel residuo. Senza eliminare il prodotto in modo che possa continuare ad agire anche nelle ore successive ci si può rivestire.

Gli effetti benefici di questi bendaggi sulla linea delle gambe sono immediati,senso di freschezza e gambe leggere, ma per renderli duraturi sono necessarie 4/6 sedute.

Ad avere un giovamento anche la pelle, grazie alle sostanze che vengono incorporate nel massaggio.
Ancora più risolutivo se i bendaggi vengono abbinate alla pressoterapia.

I bendaggi si applicano, nella stessa seduta, sotto la macchina della pressoterapia,il cui effetto si basa su un’azione fisica che agisce sulla circolazione venosa e linfatica rendendola più efficiente e migliorando di conseguenza gli inestetismi estetici di più frequente riscontro: cellulite, ritenzione di liquidi, ectasie e soprattutto la salute delle nostre gambe.

Le apparecchiature per la pressoterapia, attraverso pressioni dosate ai tessuti, facilitano il drenaggio del liquido interstiziale e dei soluti che vi si trovano, attivando anche la circolazione venosa e liberando l’ambiente extracellulare dalle scorie che le cellule costantemente vi riversano.

La pressione non viene esercitata contemporaneamente su tutta la superficie coperta dai segmenti o dai gambali, ma secondo una sequenza centripeta che è quella seguita dal sangue venoso e dalla linfa. La sequenza pressoria favorisce l’entrata del liquido interstiziale nei vasi linfatici e nell’albero circolatorio, attivandone il naturale percorso.

Share

Il Triplice Riscaldatore

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

triplice riscaldatore

È un viscere dell’elemento Fuoco. È di un fuoco ministeriale, essendo accoppiato con il Pericardio.

I tre riscaldatori, nella medicina sono localizzati nel tronco: il Riscaldatore superiore si localizza nella cavità toracica che contiene cuore e polmoni; il riscaldatore mediano è nella parte sopra l’ombelico ed anteriore dell’addome, racchiude fegato e milza (ma anche i visceri stomaco/pancreas e cistifellea); il riscaldatore inferiore contiene i reni e racchiude, sotto l’ombelico, la vescica e gli intestini oltre agli organi sessuali. Nell’alchimia interiore, invece, si identificano con testa, torace fino al diaframma ed addome tra diagramma e perineo: con il triplice riscaldatore si armonizzano i tre dan-tian.

Vive il suo periodo di massima attività della marea energetica tra le ore 21 e le ore 23: proprio quando molte persone sentono stanchezza ed hanno piacere ad andare a dormire. Queste ore sono associate all’animale zodiacale “Cinghiale”: segno onesto, semplice e con una grande forza d’animo, proprio come il nostro triplice riscaldatore che si incarica di manifestare gli squilibri organici oppure, quando tutto funziona al meglio, di offrire una marcia in più a tutto il sistema psico emotivo. Il suo ideogramma ci racconta di 3 Fuochi che bruciano, riscaldano e trasformano.

A cosa serve

  • Dà forma alle idee: il Triplice Riscaldatore, si ricorda, è legato al Pericardio, dalla sua funzione di Fuoco Ministeriale. È il viscere dell’organo Pericardio. Questi due meridiani sostengono le braccia sulla linea mediana e sono responsabili della correttezza dell’atteggiamento nell’azione. La connessione con la cistifellea nel livello energetico shao yang ci parla di come nelle fasi di realizzazione dei progetti sia un valore incommensurabile la partecipazione equilibrata di tutte le risorse disponibili. Progettare, provare Gioia nella realizzazione. Armonizzare shao yang.
  • Si usa in fase diagnostica visiva e palpatoria. È molto facile che un gonfiore addominale si manifesti sopra o sotto l’ombelico, oppure che il petto venga esposto “in fuori” oppure sia nascosto ed incassato: tutte queste sono indicazioni precise che consentono un intervento mirato sul meridiano, per disperdere l’umidità (ventre piatto ed armonico, ombelico rotondo, respiro profondo, atteggiamento posturale corretto).
  • Armonizza l’intento del Cuore: Accoppiato con il Pericardio, protegge il Cuore ne diffonde le istanze. Può essere utile per muovere il qi stagnante (soprattutto stasi di Fegato) e per stabilizzare le facoltà della Mente (chiarezza, lucidità, emotività).
  • Equilibra sangue e qi: quando il Cuore è in pace, il jing (l’essenza sessuale) può muoversi verso gli altri riscaldatori e nutrire il sangue. Quando il Cuore è colmo di desiderio sconsiderato (non solo sessuale) il sangue si impoverisce e con esso, a lungo andare, anche il qi. Tenere il Cuore in pace è la funzione del triplice riscaldatore, quando è colmo (ovvero, quando non è impegnato nella funzione di armonizzazione degli altri elementi).
  • Acquista, trasforma, espelle: tre riscaldatori per svolgere 3 funzioni: il superiore acquista, il mediano trasforma e l’inferiore espelle. Si imputano al meridiano di triplice riscaldatore alcuni casi di cattiva gestione dei liquidi (diarrea, incontinenza, edema) ma anche per l’obesità. Occorre, volta per volta, capire il quadro diagnostico complessivo per cercare di indirizzare una azione utile su questo viscere (armonizzazione dei 5 elementi) oppure agire direttamente su un organo od una funzione specifica.

Il meridiano

È un meridiano di mano, che ha il suo inizio nel bordo ulnare dell’anulare ed attraversa lo spazio tra 4° e 5° metacarpo, raggiungendo la superficie dorsale del polso. Segue ancora al centro della faccia posteriore dell’avambraccio, tra radio e ulna, tra i meridiani di intestino Crasso ed Tenue. Arriva al gomito: camminando sopra la sporgenza dell’olecrano, sale lungo il lato posteriore fino alla spalla (dove si incrocia con intestino tenue nel punto IT-12 passando sul lato anteriore in VB-21). Riemerge nella fossa sopra la clavicola da dove sale sul collo e raggiunge l’orecchio, girandoci intorno. Una biforcazione del meridiano passa la tempia per terminare sul lato esterno del sopracciglio.

Tratto da http://taoroma.it/entity/triplice-riscaldatore/

Share

Le regole del buon sonno

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

buon sonno

Le regole del buon sonno

1) Dopo le ore 17.00, ridurre il consumo di caffè, tè, coca cola, cioccolato, spezie, zenzero ed altri eccitanti.

2) Limitare il vino e gli alcolici. In piccola quantità essi risultano sedativi, ma quando si eccede possono eccitare.

3) Meglio un bicchiere di latte tiepido, eventualmente dolcificato col miele, prima di andare a dormire: contiene oppiacei naturali, le case morfine, che possono favorire sonni tranquilli.

4) Mangiare leggero, specialmente la sera. Pasti troppo ricchi, a base di carne, condimenti e grassi animali disturbano il sonno e possono causare risvegli notturni.
Alla sera, preferire cereali integrali, verdure cotte e latticini leggeri.

5) Limitare la TV ed evitare spettacoli troppo coinvolgenti e “sonnellini” davanti allo schermo.

6) Praticare regolarmente attività fisica. Sport di resistenza come nuoto, jogging, bicicletta – come anche camminare – aumentano il dispendio energetico e favoriscono il sonno a patto di essere praticati nella prima parte della giornata. Se praticati nel tardo pomeriggio o di sera rischiano infatti di disturbare il sonno.

7) Praticare yoga, rilassamento (training autogeno) o ginnastica dolce aiutano a rilassarsi ed a ritrovare il sonno.

8) “Staccare” da ogni fatica mentale almeno tre ore prima di andare a letto.

9) Areare la camera da letto prima di coricarsi o, se la temperatura esterna lo permette, dormire con la finestra aperta. Mantenere in ogni caso una temperatura sui 16-18 gradi. Ascoltare un po’ di musica.

10) Evitare di avere delle piante o dei fiori vicino al letto: consumano ossigeno, togliendolo alla stanza in cui si dorme.

11) Il colore della camera può avere un’influenza rilassante. Scegliere per le pareti toni chiari e neutri.

12) Il materasso non deve essere né troppo duro, né troppo soffice. Eliminare guanciali troppo alti: si dorme meglio su quelli anatomici.

13) Crearsi un po’ di relax tra le coperte: fare respiri lenti e profondi, contrarre e rilassare più volte braccia, spalle, collo, viso e gambe. Provare a tenere gli occhi aperti al buio, quando si sente che si chiudono resistere ancora per qualche secondo: ciò stimola il sonno. Ripetere all’infinito sottovoce una parola qualsiasi, contare da uno a cento, contare le “pecorelle” …

14) Coricarsi, alzarsi e mangiare ad orari regolari, in modo da non alterare i ritmi circadiani. Individuare il proprio numero di ore di sonno (da 6 a 10) e rispettarlo (a meno di impegni o recuperi).

15) Se vi è necessità di recupero e se ne ha la possibilità, concedersi un sonnellino di una ventina di minuti, senza superarli, però, altrimenti si entra nelle ultime fasi del sonno profondo dalle quali ci si sveglierebbe a disagio e con la mente confusa. Meglio riposarsi sdraiati che seduti. Si alleggerisce la pressione sui dischi intervertebrali, i fianchi, le ginocchia, le caviglie: i muscoli si distendono e si ristabilisce la circolazione sanguigna.

Tratto da http://www.osteomedicina.it/index.php/articoli-utenti/item/158-buon-sonno

Share

OSTEOPATIA CRANIALE E CARDIOPATIA

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

CRANIOSACRALE

Le malattie del Cuore e dei grandi vasi hanno alla loro origine molteplici cause. Tra queste una rilevanza significativa si può attribuire alla modificazione della struttura della parete interna dei vasi sanguigni, che ha relazione con il deposito di sostanze normalmente non presenti all’interno del vaso quali accumuli di materiale lipidi ed aggregati piastrinici, alla modifica del tono muscolare della parete muscolare dei vasi arteriosi, regolata dal sistema nervoso autonomo ortosimpatico, ed a disregolazione del sistema autonomico viscerale che tramite i nervi cardiaci regola la funzionalità automatica del battito cardiaco.

La concomitanza statisticamente significativa tra cardiopatie, patologie dell’apparato respiratorio, dei sistemi sierosi che rivestono cuore e polmoni e alterazioni del complesso integrato di regolazione PNEI, che coinvolge il circuito dello stress e le implicazioni neurologiche, psicologiche, endocrine immunologiche ha nella alterazione della regolazione neurovegetativa uno dei principali effetti somatici.

Il trattamento manipolativo osteopatico (OMT) ha come obiettivo principale il ripristino della regolazione neurovegetativa fisiologica ed esercita una azione terapeutica e preventiva spendibile in modo specifico nelle cardiopatie. L’azione sui tessuti connettivi ha un ruolo significativo nella normalizzazione delle disfunzioni di motilità e mobilità viscerale degli organi mediastinici (polmoni e relative sierose con sistema tracheo bronchiale, cuore e relative sierose con sistema dei grandi vasi arteropolmonari ) e sotto diaframmatici, che hanno influenza sulla funzionalità cardio polmonare ( fegato, stomaco, milza, reni ). Nella concezione olistica dell’osteopatia un rilievo significativo nella regolazione lo esercita in particolare il sistema di regolazione centrale, il sistema nervoso compresa la parte autonomica, dei nervi cranici e midollare.

Sono stati effettuati studi scientifici con l’obiettivo di verificare l’impatto biologico dell’Osteopatia Craniale nel trattamento delle patologie cardiocircolatorie e respiratorie, che hanno fornito dati molto interessanti. In particolare sono stati presi in considerazione pazienti con cardiopatia ischemica provenienti dal reparto di cardiologia e unità coronarica e dalla cardiochirurgia, dopo infarto miocardico o intervento cardiochirurgico di rivascolarizzazione miocardica con by pass aorto-coronarici. L’introduzione del trattamento di OMT Craniale ha determinato effetti sia a breve che a lungo termine consistenti in miglioramento dei valori della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca, dello stato di ansia e del tono dell’umore (questionari C.D.A. e S.T.A.I) che è risultato essere nettamente migliore rispetto ai pazienti che hanno svolto solo il programma di riabilitazione standard (attività educazionale e attività fisica). Nei pazienti provenienti dalla cardiochirurgia che hanno subito una sternotomia, è stato osservato inoltre un miglioramento della postura.

 L’OMT Craniale è una tecnica manuale di tipo fasciale, non invasiva che lavora sul Sistema Cranio Sacrale e sul Rilascio Somato Emozionale (SER: rilascio dell’emotività trattenuta nel tessuto, componentistica emotiva nella disfunzione fisica). Il trattamento Osteopatico si integra con tutti gli altri sistemi terapeutici e trattamenti medici e contribuisce a migliorare la qualità dell’outcome dalla fase acuta e soprattutto la qualità di vita dopo l’evento. L’OMT favorisce l’attivazione dei meccanismi di auto-guarigione del corpo e dato che il sistema Cranio Sacrale è un in stretto rapporto con Sistema Nervoso Centrale (SNC), Sistema Nervoso Autonomo (SNA), sistema muscolo scheletrico, endocrino, cardiocircolatorio, respiratorio e fasciale tale effetto si riscontra a livello di molti sistemi fisiologici.

Il Sistema Cranio Sacrale comprende ossa del cranio, meningi (che avvolgono cervello e midollo spinale) liquido cefalo rachidiano (LCR), prime vertebre cervicali, osso sacro e coccige. Il LCR viene prodotto per filtrazione del plasma dai plessi corioidei, strutture vascolari situate principalmente all’interno dei ventricoli cerebrali in modo intermittente, mentre viene riassorbito a livello delle strutture granulari del Pacchioni situate all’interno del seno sagittale superiore, un grande dispositivo di circolazione venosa situato tra cranio ed encefalo, in parte dello spazio posto tra i due emisferi cerebrali. La produzione a poussè del liquido associata alla contrazione ritmica della glia, la struttura perinervosa che sostiene il sistema nervoso, determinano una espansione ritmica di alcuni micron percepibile nell’insieme della scatola cranica e propagata tramite i nervi periferici ed il sistema fasciale, in ogni regione del copro. Questo ritmo ha una sua definita frequenza, ampiezza, simmetria e qualità che possono essere valutati con la palpazione e in base ai quali l’Osteopata valuta e interviene sulle disfunzioni craniali e somatiche per facilitare il riequilibrio.

L’OMT Craniale facilita il riequilibrio dell’attività orto/parasimpatica con effetti positivi su ipertensione arteriosa, aumento della frequenza cardiaca, riduzione della motilità intestinale, effetti dell’ipertono vagale quali aritmia cardiaca, contrazione bronchiale, spasmo gastrico ed iperproduzione di succhi gastrici, nausea, spasmo intestinale. Facilita il drenaggio dei residui catabolici dal sistema nervoso stimolando il ricambio del liquido cefalorachidiano (utile in particolare nell’anziano dove tale ricambio avviene meno frequentemente rispetto alle quattro volte al giorno nel soggetto giovane). Migliora la circolazione sanguigna e linfatica corporea e cerebrale, agevolando il trattamento di vertigini, sincopi, parestesie temporanee, intorpidimento, perdita della memoria, ischemia cerebrale ed esiti di TIA stabilizzati, dovuti a un diminuito apporto sanguigno cerebrale. A livello respiratorio aiuta a ridurre la congestione polmonare, è utile nel trattamento di asma bronchiale e pleurite.

L’OMT in cardiologia costituisce una risorsa efficace da utilizzare in modo competente nel rispetto delle red flags ( fattori di rischio gravi ), in contesti clinici stabilizzati. Sono in corso nuove ricerche interessanti sugli effetti dell’OMT nelle cardiopatie congenite operate in ambito pediatrico.

Dott. Manlio Cicoira D.O.

Tratto da http://www.osteoliveclinic.com/2016/11/19/osteopatia-e-cardiopatia/

Share

La Dieta Ayurvedica per l’Estate

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

dieta ayurvedica

LA DIETA AYURVEDICA PER L'ESTATE.

Le tre C sono un ottimo modo per ricordare gli alimenti rinfrescanti: usate generosamente nella vostra dieta di questa estate per stare freschi: cetriolo, coriandolo, noce di cocco.

Gli Alimenti rinfrescanti comprendono:

· cereali come il riso bianco basmati, quinoa, amaranto, orzo, avena.

· frutta come anguria, uva, pere, avocado.

· verdure come cetrioli, asparagi, broccoli, verdure a foglia verde, carote ,  patate dolci.

· cocco è particolarmente rinfrescante in tutte le sue forme, compresa l'acqua di cocco.

· erbe aromatiche come coriandolo e menta.

Alimenti riscaldanti includono:

· spezie piccanti

· alcool

· aceto

· cibi fritti

· pomodori

· yogurt

· alimenti fermentati

· frutta agrumi aspri

· formaggio

 

Ricetta estiva per stare freschi:

INSALATA ESTIVA DI CETRIOLI, MENTA E ANGURIA

Ingredienti:

• 2 tazze di cubetti di cetriolo.

• 2 tazze di cubetti di anguria (senza semi).

• succo di 2 lime.

• 3-4 cucchiai di menta fresca tritata.

• Sale.

Indicazioni:

Unite tutti gli ingredienti scritti sopra in una ciotola. Servire leggermente fresco.

 

Tratto da http://www.ayurvedaitalia.it/post.php?id=484

 

Share

La Melanzana

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

melanzane

Melanzana: Proprietà e Benefici

La melanzana è originaria dell’India dove cresceva spontanea già più di 4.000 anni fa, cominciò a diffondersi in Italia intorno al 400 d.C. ad opera degli arabi.

È un ortaggio tipicamente estivo, infatti, al di sotto dei 12°, la pianta non cresce. La melanzana non può essere consumata cruda, come altri ortaggi, infatti oltre ad avere un gusto non proprio buono, contiene una sostanza tossica il cui nome è solanina.

Le varietà di questo ortaggio variano dalla forma, ovale, tonda e bislunga.

Tra i minerali contenuti nella melanzana troviamo: potassio, fosforo, magnesio, zinco, rame, selenio, ferro, calcio, manganese, sodio.

Mentre tra le vitamine troviamo: vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, vitamina E, K e vitamina J. Le melanzane contengono inoltre beta-carotene.

Questi gli aminoacidi: acido aspartico e acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.

Corrobora e Depura

Grazie al suo alto contenuto di acqua, la melanzana è considerata depurativa dell’organismo, quindi consigliata nei casi di gotta, arteriosclerosi e problemi di infiammazione alle vie urinarie.    

La buona presenza di potassio e di altri minerali dona alla melanzana proprietà rimineralizzanti e ricostituenti.

Abbassa il Colesterolo

Come nelle foglie del carciofo anche le melanzane contengono alcune sostanze amare, le quali contribuiscono a stimolare la produzione di bile e, insieme alla fibra, abbassano il tasso di colesterolo cattivo LDL.

Acido Clorogenico

La melanzana contiene l’Acido Clorogenico, un composto di origine vegetale molto noto per le sue spiccate proprietà antiossidanti. La sua attività contribuisce alla riduzione del tasso di colesterolo nel sangue e contrasta l’attività dei radicali liberi.

Ha anche proprietà lassative, anche se non accentuate, ed è quindi utile in casi di stitichezza.

Non Contiene Glutine

La melanzana non contiene glutine e può quindi essere consumata dalle persone interessate dal morbo celiaco.

Facilita il processo digestivo

Come gran parte delle verdure ha un buon contenuto di fibra alimentare, la quale promuove un regolare transito intestinale degli alimenti e facilita il processo digestivo; inoltre stimola la produzione di succhi gastrici che facilitano l’assorbimento delle sostanze nutritive a livello intestinale. L’abbondanza di fibra contribuisce ad aumentare il senso di sazietà e rende questo ortaggio un valido aiuto per tutti coloro che sono intenzionati a perdere peso.

Combatte l’osteoporosi

La melanzana contiene alcuni composti fenolici le cui proprietà sono state collegate con una riduzione dei sintomi dell’osteoporosi e ad una maggiore densità ossea. A questo si aggiunge il buon contenuto di ferro e calcio che sono essenziali per la salute ossea.

Anemia

La melanzana contiene ferro ed anche una buona quantità di rame, un’altra sostanza utile alla formazione dei globuli rossi, quindi diciamo che è utile per chi soffre di anemia, una patologia che si manifesta a causa della carenza di ferro, i sintomi sono mal di testa, depressione e debolezza.

Nutre il nostro cervello

Nella melanzana ci sono anche i fitonutrienti, noti da tempo per le loro proprietà benefiche nei confronti della funzione cognitiva. Queste sostanze contrastano l’attività nociva dei radicali liberi e migliorano anche l’afflusso di sangue al cervello. Come conseguenza si hanno benefici per la memoria e la funzione cerebrale.

Acido Folico e Gravidanza

L’acido folico protegge i nascituri in grembo alle future mamme dai difetti al tubo neurale. Per questo motivo è consigliabile che le donne in dolce attesa aumentino lo loro assunzione di acido folico e le melanzane sono un ottimo alimento per farlo.

Dicono di lei

La melanzana, una volta acquistata, si può conservare in frigorifero per circa una settimana. Meglio non togliere il picciolo che contribuisce a mantenere più a lungo la freschezza. Se sbollentate in acqua possono anche essere conservate nel congelatore a fette.

Prima di cucinarle, per togliere loro l’amaro e spurgarle, vanno tagliate a fette e poi ricoperte con sale grosso per almeno due ore.

Non ci sono controindicazioni nel mangiare la melanzana, solo in caso di ipertensione è bene averne un consumo moderato.

Assorbe i Grassi

Una cosa di cui dobbiamo tener conto, se vogliamo approfittare delle proprietà e dei benefici della melanzana, è quella di non eccedere con i condimenti. In particolar modo non bisogna eccedere con l’olio.

La melanzana infatti ha tra le sue caratteristiche quella di assorbire in modo particolare i grassi.

Chi vuole perdere peso deve quindi evitare di friggere questi delizioso ortaggio. L’assorbimento di olio infatti sarebbe fortemente controproducente sotto questo aspetto.

La melanzana è un ortaggio molto versatile e può quindi essere cucinata in svariati modi; fritta con impanatura, al vapore, al forno, alla griglia, in pentola a pressione. Può anche essere impiegata in sughi per la pasta e conservata sott’olio.

A causa del suo alto contenuto di potassio, il consumo di melanzana è consigliato nei mesi estivi dove l’alta sudorazione favorisce la perdita di sali minerali.

Share

Guida alla scoperta dei profumi di madre natura 3 Parte

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

aromaterapia

Oli essenziali golosi

Appagano il gusto e l’oralità (ovvero la sfera del nutrimento non solo fisiologico, ma anche affettivo e psicologico). Hanno funzione “nutritiva” quando si è giù di umore o si ha fame nervosa: danno appagamento, senza che si debba mangiare (di conseguenza metter su peso).

Attenzione: Anche questi oli sono costosi e quindi è facile trovare in commercio prodotti sintetici, a prezzi più bassi (sconsigliati in aromaterapia).

Come impiegarli: diffusi nell’ambiente; uniti a oli o creme per massaggi; con bagni aromatici; annusandoli.

Rientrano in questo gruppo:

cacao (nota di base) – si ottiene dai semi (torrefatti e fermentati) per estrazione in alcol

vaniglia (nota di base) – si ottiene dai frutti per estrazione in alcol

Oli essenziali mediterranei

Si ottengono da piante aromatiche diffuse nell’area mediterranea, le cui proprietà curative sono note e sfruttate da sempre. Seppur molto differenti fra loro, questi oli hanno in comune il fatto di svolgere un’azione prevalentemente riequilibrante (combattono stress, smorzano la troppa emotività). Accanto a oli che danno tono a livello fisico e mentale (rosmarino, menta e basilico) vi sono oli che invece rilassano a livello per lo più emotivo (lavanda, melissa e salvia sclarea).

Come impiegarli: diffusi nell’ambiente; per massaggi; per maniluvi e pediluvi; in doccia e nel bagno.

Rientrano in questo gruppo:

camomilla romana (nota di cuore) – si estrae dai fiori per distillazione

lavanda vera (nota di cuore) – si estrae dalle sommità fiorite per distillazione

melissa (nota di cuore) – si estrae dalle foglie e dalle estremità fiorite per distillazione

menta piperita (nota di testa) – si estrae dalle foglie e sommità fiorite per distillazione

mirto (nota di cuore) – si estrae dalle foglie e dai ramoscelli per distillazione

rosmarino (nota di base) – si estrae dalle foglie e dai fiori per distillazione

salvia sclarea (nota di cuore) – si estrae dalle foglie e dalle estremità fiorite per distillazione

timo (nota di base) – si estrae dalle foglie e dalle estremità fiorite per distillazione 

Oli essenziali muschiati (ottenuti da legni o radici)

Hanno l’odore della terra e con la terra ri-mettono in contatto. Col loro profumo (maschile e dolce-amaro) ricordano le fragranze delle foreste millenarie. Hanno azione tonica: danno forza ed equilibrio, specie quando c’è stress. Rimettono in contatto coi bisogni del corpo.

Attenzione: Tra i loro principi attivi vi sono i chetoni (componenti chimici che stimolano la secrezione di bile; sono antireumatici e decongestionanti) potenzialmente tossici: vanno quindi usati moderatamente e sono sconsigliati per i bambini.

Come impiegarli: diffusi nell’ambiente; nei massaggi; in docce e bagni aromatici.

Rientrano in questo gruppo:

cedro atlantico (nota di base) – si ottiene da legno per distillazione

muschio quercino (nota di base) – lichene che cresce su fusto e rami delle querce; si ottiene dalla pianta intera con varie modalità estrattive

vetiver (nota di base) – si ottiene dalle radici per distillazione

Fonte http://www.affarnostro.it/1/discipline-a-confronto/guida-alla-scoperta-dei-profumi-di-madre-natura.html

Share

La spesa di Giugno

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

spesa di giugno

E anche Giugno è arrivato col suo bel carico di frutta: albicocche, fragole, ciliegie, le prime angurie ed il succoso e dolce melone. In questo mese è un piacere fare la spesa perché abbiamo molta scelta.

La nostra Dietista Sabrina Zorzato dell’Ambulatorio Dietistico Anima e Mente di Monselice, ci ricorda che la frutta fa bene soprattutto quella di stagione, perché non solo aiuta a mantenere la pelle elastica ma previene malattie e disturbi vari.

Ai primi caldi ci viene in aiuto la macedonia, ricordate che se utilizzate frutta che si ossida è bene cospargere i pezzetti sbucciati con del succo di limone; in questa maniera eviterete che la frutta  non si annerisca.

Le fragole contengono moltissima vitamina C, più delle arance, oltre a sali minerali e organici alcalini mentre il loro zucchero è adatto anche a chi soffre di diabete. Sono depurative, battericide e remineralizzanti. Attenzione che se sono troppo scure sono anche troppo mature e quindi dovrete consumarle in poco tempo.

Tutti al mare e anche qui la natura ci viene in soccorso con le sue primizie. Bere succo di carote prepara la pelle all’esposizione solare favorendo la produzione di melanina. Provate centrifugandole, assieme con mezzo limone, oppure un’arancia e un pezzetto di zenzero fresco; il risultato sarà un preparato rinfrescante e nutriente.

Studi recenti sembrerebbero dimostrare che bere 2 bicchieri di succo di carote al giorno rinvigorisce le protezioni immunitarie addirittura del 70%. Inoltre contiene betacarotene (vitamina A) che aiuta a mantenere la pelle liscia e morbida. La carota protegge addirittura contro gli agenti inquinanti e secondo la tradizione contrasta la vista debole. È anche indicata per combattere le affezioni polmonari, gastro-duodenali, dell’insufficienza epato-biliare e delle dermatosi.

Troviamo il melone giallo o bianco, ricchi di vitamine, in particolare la A e la C, gustateli quando sono maturi, altrimenti non sa di nulla! Verificate schiacciando la scorza alle estremità, deve essere molle e picchiettandolo, deve uscirne un suono sordo. Niente di meglio del piatto estivo per eccellenza, prosciutto e melone!

Largo a centrifugati e frullati a base di melone e carota, magari rinfrescati con foglioline di menta. Oppure melone con la mela oppure con le con le fragole. Se possibile, mai con il latte!

Tra le verdure di giugno possiamo scegliere: peperoni, lattuga, asparagi, patate novelle, piselli, zucchine e melanzane. Risotti e timballi vanno a braccetto con le verdure estive così come le insalate di pasta fredda.

Giugno è un mese privilegiato anche per il pesce. Se fosse possibile, mangiatelo due volte la settimana. Troviamo: pesce azzurro, muggine, dentice, nasello, orata, sardina, sogliola, spigola e pesce spada.

Come ci ricorda la nostra Dietista Sabrina Zorzato, l’importanza di comprare verdure di stagione, è più buona e soprattutto costa di meno, se poi acquistiamo direttamente dal produttore, il risparmio, ma in particolare la qualità è garantita.

 

 

 

 

Share

Un giorno alle Terme

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

massaggio in acqua

Un giorno alle Terme

Fatevi sedurre dalle proposte che Anima e Corpo ha pensato per voi, per ritagliarvi uno spazio di relax e di benessere in questo mondo frenetico.

Una fuga di relax termale, accolti dalla natura dei nostri Colli Euganei.

Anima e Corpo e le Terme di Galzignano hanno strutturato dei percorsi specialissimi, per regalarvi un’autentica giornata alle terme.
Le Terme diventeranno il vostro rifugio di pace e serenità, dove poter riscoprire il piacere dei ritmi lenti, che molte volte, nella frenesia della quotidianità vengono dimenticati e iniziare un viaggio straordinario, per una rigenerazione fisica e mentale.
Anche una sola e semplice giornata alle terme, vi potrà donare nuova e frizzante energia, per affrontare ogni problema o questione della vita quotidiana con il sorriso!

Fermati un Momento!

Non è mai troppo presto né troppo tardi per concedersi un giorno di vacanza, una Day Spa; soprattutto quando le giornate diventano troppo lunghe o troppo pesanti, quando la mente è più stanca del corpo: è il momento di staccare, di farsi una Day Spa.      

L’offerta include:

– accesso alle piscine termali interne ed esterne

– un massaggio Acquore da 50’ in acqua termale

– utilizzo di ombrellone e lettini per rilassarsi in giardino

con possibilità di:

– pranzo con 3 portate (bevande escluse) o cena 4 portate (bevande escluse)

– camera d'appoggio

Le piscine esterne, immerse nel verde, sono dotate di vasche idromassaggio e Kneipp.

La temperatura delle piscine è di 36° tutto l’anno e scende a 28° nella piscina sportiva per una sferzata di energia.

Un percorso benessere e di rigenerazione, che riguarda la salute dell’organismo e la bellezza.

A PARTIRE DA 60 €

Per informazioni telefona allo 0429 780730

 

Share

Programma Gambe Snelle e Leggere

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

gambe snelle

• 6 sedute di pressoterapia abbinate a bendaggio con il sale marino
• i bendaggi vengono applicati sotto i gambali durante la seduta di pressoterapia
• durata di ciascuna seduta: circa 40 minuti

Alla cellulite non servono presentazioni: è il più odiato e temuto nemico dal genere femminile.
Sei anche tu tra quelle persone preoccupate per la buccia d'arancia?
I bendaggi associati alla pressoterapia sono molto efficaci contro la cellulite.
Via gli inestetismi, goditi l'estate con una pelle rinnovata!
L'applicazione dei bendaggi sulla pelle attiva il meccanismo osmotico di drenaggio dei liquidi in eccesso e la risoluzione degli inestetismi legati ad una scarsa attività circolatoria, come la lipodistrofia del pannicolo adiposo o cellulite.
La pressoterapia è un moderno metodo impiegato per il trattamento della cellulite, dei depositi adiposi localizzati a livello degli arti inferiori e addome. Questo trattamento è in grado di riattivare la circolazione dei vasi sanguigni e linfatici, stimolando perciò il drenaggio e la successiva eliminazione delle tossine accumulate nel corpo. La pressoterapia è un metodo efficace e indolore.
La pressoterapia è indicata per le persone che soffrono di cellulite, ritenzione idrica, problemi di microcircolazione venosa e gonfiori.

Se soffrite di trombosi venosa profonda, varici, insufficienza cardiaca, grave insufficienza arteriosa periferica, infezione acute alle gambe e dermatiti sarebbe meglio evitare di sottoporsi alla pressoterapia.
#animebelle #centroanimaecorpo

 

Share

Rimettiti in ordine a 360°

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

rimettiti in ordine

#animebelle siete in partenza per le vacanze?
Volete essere belle per le domeniche al mare?
O semplicemente volete essere in ordine?
ANIMA E CORPO CENTRO ESTETICO ha pensato a voi con questa mega offerta.
1 pulizia del viso
1 pedicure 1 gelish piedi 1 ceretta totale 1 balbe care mani 1 pressoterapia da 30' 1 lettino solare
a soli 195 euro.
cose così solo da noi #centroanimaecorpo

Share

KINESIOLOGIA E MAL DI SCHIENA 2 parte

scritto da Anima e Corpo | Centro Estetico e Massaggi | Monselice (Padova) il . Pubblicato in News

mal di schiena

L’emotività può giocare un ruolo fondamentale nell'originare mal di schiena e cattiva postura. Basti pensare all’atteggiamento di una persona insicura e timida, che si chiude nelle sue spalle come a difendersi, o a situazioni che provocano ansia e conseguente somatizzazione dello stato emotivo. Esiste una teoria che mette in evidenza la correlazione tra schiena ed emotività ed è la “Teoria dei Riflessi”, originatasi in Inghilterra nei primi anni del XIX secolo dagli studi di Robert Whytt. Stimolando (con aghi, un martelletto o calore) le creste delle apofisi spinose (delle vertebre), si riesce ad evocare nel paziente un ricordo spiacevole legato al passato. Secondo questa teoria ogni evento stressante si cristallizza nel corpo mantenendovi il ricordo al suo interno. La memoria di quest’ultimo risiederebbe proprio in una particolare zona delle vertebre, dunque sulla schiena. Alle apofisi spinose sono collegati alcuni tozzi e forti tendini che hanno la funzione di mantenere la curvatura corretta della colonna, e quindi l’assetto e l’equilibrio del corpo che, quando errati, possono essere all'origine del mal di schiena.

Anche i muscoli più piccoli contribuiscono a mantenere corretto l’equilibrio del corpo e per questo devono essere indagati anch'essi, ciò che spesso viene trascurato nell’ambito della medicina tradizionale. L’ileopsoas, ad esempio, è un muscolo molto piccolo che collega il bacino all’osso femorale: una sua compromissione può determinare problematiche di iperlordosi o ipolordosi, a seconda che il muscolo sia lasso o teso. Altro muscolo di piccole dimensioni, spesso sottovalutato, è il succlavio, una piccola fascia muscolare che mantiene ancorata la clavicola alla prima costola, fortemente implicato nel processo di respirazione. Quando i due succlavi (destro e sinistro) presentano differenze (uno, ad esempio, può mostrarsi più contratto e l’altro più lasso o viceversa) anche l’atto della respirazione sarà asimmetrico. Questa dilatazione anomala può riflettersi sul diaframma e sulle sue inserzioni a livello delle vertebre dorsali e lombari, causando non pochi problemi. Le disfunzioni che interessano questo muscolo si intersecano con vari campi, da quello strutturale a quello psicologico. Respiro corto e fame d’aria, tipici del soggetto ansioso ma anche patologie che interessano i polmoni possono influenzare negativamente quindi la postura e la salute del sistema muscolare. Il motivo risiede nel fatto che il diaframma strutturalmente è collegato a tre vertebre sulle quali si inserisce in modo non simmetrico: lo stretto collegamento tra diaframma e apparato respiratorio lascia comprendere come una respirazione anomala possa ledere anche il diaframma e con esso tutto il sistema strutturale. Una dilatazione asimmetrica può portare il muscolo a trazionare in modo scorretto sulle vertebre sulle quali esso si inserisce. Il caso estremo è rappresentato dal congelamento del diaframma, tipico delle situazioni in cui la respirazione si interrompe per qualche secondo (cosa che succede molto più spesso di quanto si pensi, ad esempio mentre si è concentrati su un delicato compito, quando ci si spaventa o quando si vive un’emozione particolarmente intensa ecc.…). Anche in questo caso il kinesiologo è in grado di mettere in atto delle tecniche in grado di sbloccare il muscolo contratto.

Non è da sottovalutare, infine, il collegamento tra patologie delle viscere e dolori di schiena. Un esempio è dato dall’influenza profonda di problemi intestinali sulla salute dei muscoli lombari. L’intestino è un tubo rivestito dal peritoneo, un tessuto composto da due sottili veli di membrana sierosa. Il più esterno dei due è a contatto con lo strato di connettivo che riveste i muscoli (perimisio). Se l’intestino si infiamma, i medium dell’infiammazione vengono trasmessi attraverso il liquido che scorre tra i due strati che costituiscono il peritoneo, al perimisio. Non sono necessarie grandi disfunzioni perché questo avvenga, è sufficiente un’alterazione dell’acidità. Essa, irritante per le terminazioni nervose, comporta un lieve aumento del tono muscolare in modo asimmetrico: si innesta così una reazione a catena per cui i muscoli che sono a contatto con il tratto del perimisio interessato dall’acidificazione, si infiammano a loro volta, aumentando lievemente ed impercettibilmente il tono muscolare che può portare le vertebre a slittare, scivolare in avanti o indietro, oppure inclinarsi a destra o a sinistra.

Diagnosi

Esistono alcuni test “classici” per indagare lo stato di salute della colonna vertebrale, come quest’ultima reagisce e quali compensazioni vengono messe in atto dal paziente. Quelli che utilizza il kinesiologo sono tutti test in grado di fornire all’operatore un’immagine precisa e completa del paziente, del suo sistema muscolo scheletrico e delle problematiche che lo affliggono, considerando il corpo non come un’entità immobile ma in movimento.
Grazie alle tecniche proprie della sua disciplina il kinesiologo è in grado di comprendere lo stato di salute dei muscoli della schiena ma anche di isolare il punto preciso dove origina il dolore, individuando la causa sottesa che è origine della manifestazione algica.

Il trattamento Kinesiologico per il mal di schiena
Una volta individuata la causa del mal di schiena, il kinesiologo interviene per curare o quantomeno lenire il dolore, provocando uno "shock" controllato ai muscoli vertebrali e paravertebrali con lo scopo di eliminare la memoria muscolare della postura alterata e la conseguente contrattura. Per farlo il kinesiologo si avvale di differenti tecniche.
La contrazione contro resistenza è una tecnica che prevede tre fasi e l’isolamento di differenti segmenti di spina dorsale mentre questa viene mantenuta in torsione. Il paziente deve cercare di riportare in asse il segmento interessato mentre l’operatore seguita ad esercitare resistenza. In un secondo momento lo specialista provvede ad allentare la forza, per concedere al paziente di poter effettuare dei piccoli movimenti; si arriva dunque alla terza fase quando, nel momento di massima contrazione e forza esercitata dal soggetto, l’operatore cessa di fare resistenza in modo repentino. Lo scatto crea uno shock al livello muscolare che priva momentaneamente il muscolo di “memoria”. A questo punto il kinesiologo può lavorare ricomponendo l’assetto muscolare. Questa tecnica viene effettuata varie volte, su tutti i distretti della colonna vertebrale, in modo da rimodularne i vari segmenti.
Alcune tecniche agiscono su singoli distretti o addirittura su singole vertebre. Una di queste è definita “sblocco della D12" e riguarda svincoli importanti e mirati: si isola un muscolo specifico, collegato alla vertebra che si vuole indagare, e in seguito all’interrogazione di questo e alla valutazione delle risposte che esso fornisce, lo specialista comprende su quale vertebra operare.

Una tecnica di origine tedesca molto efficace in caso di infiammazione acuta che provoca dolore invalidante è quella dei “tagli connettivali” che consiste in manipolazioni del tessuto sottocutaneo che portano ad immediate vasodilatazioni e conseguente aumento dell’irrorazione sanguigna al muscolo interessato. Lo scopo è quello di alimentare l’afflusso di sangue ossigenato nella zona che, defluendo rapidamente, rimuove le sostanze che mantengono l’infiammazione.
La kinesiologia tradizionale prende spunto dalla medicina tradizionale cinese, nonostante le sue basi si fondino però sulla Kinesiologia del movimento. L’operatore, una volta individuata l’origine del mal di schiena, può avvalersi quindi dei meridiani e i loro punti di apertura e chiusura, operando su quelli associati al muscolo disfunzionale. Si agisce su questi ultimi in maniera speculare a destra e a sinistra per riportare all’equilibrio energetico il meridiano e conseguentemente mantenere l’aggiustamento muscolare effettuato.

Pur non rientrando direttamente nelle tecniche proprie della Kinesiologia, l’auricolaterapia è un’altra tecnica di cui lo specialista kinesiologo può avvalersi; sull’orecchio (soprattutto nel padiglione retro auricolare) sono presenti alcuni punti posturali che possono essere stimolati in vari modi. Altra disciplina molto interessante in questo senso è la riflessologia plantare: sotto al piede infatti si possono ritrovare punti specifici che hanno corrispondenza con l’intera colonna vertebrale, a partire dal tallone (che corrisponde all’osso sacro) fino ad arrivare alla punta dell’alluce (collegata al capo). In entrambi i casi i punti vengono stimolati seguendo differenti tecniche.

Una volta applicate le varie tecniche kinesiologiche, il paziente potrà essere indirizzato da uno specialista in grado di affrontare adeguatamente la causa profonda del disturbo che lo affligge, mentre il kinesiologo continuerà ad agire solo sulla postura.

Fonte http://www.benessere.com/salute/arg00/kinesiologia_maldischiena_02.htm

Share

I Nostri Prodotti

La linea Anima e Corpo per la cura del viso e del corpo creata dalla ricerca cosmetica e dall’impegno nell’utilizzo di prodotti naturali, certificati, ingredienti e profumi biologici, attivi fitoterapici unici, dai quali è nata questa linea, per ritrovare l’equilibrio e il benessere che ci appartengono da sempre.
I prodotti sono certificati da enti biologici tra cui l’ICEA, l’Ente per la Certificazione Etica ....

Continua

I giorni della convenienza

Una delle prime cose cui si rinuncia, in un periodo difficile come questo, sono massaggi, cerette (in favore dei dannosi rasoi o di metodi fatti in casa), lampade, peeling e pulizie del viso.
E’ per questo che abbiamo pensato: perchè rinunciare? Perchè non dovrei dedicare del tempo per il mio benessere?
Sono nati così i giorni della convenienza...

Continua

Porta un amico...

La Condivisione è conveniente!
Porta un nuova amica da Anima e Corpo e otterrai uno sconto del 10% alla prossima visita.
Lo sconto del 10% lo faremo anche a lei al suo primo appuntamento.
Se vieni per la prima volta su consiglio di una nostra cliente abituale, dicci il suo nome e riceverà un omaggio alla sua prossima visita.

Continua