notizie dell'anima

I carciofi, buoni e ricchi di tante proprietà benefiche.

carciofi

CONDIVIDI

Le proprietà’ e i benefici dei carciofi

I carciofi sono una verdura che possiamo usare sia per uso alimentare che per via delle relative proprietà benefiche.

Sono costituiti soprattutto da acqua e da fibre vegetali, ottime per il funzionamento dell’intestino.
Sono una fonte importante di sali minerali, come il sodio, il potassio, il fosforo e il calcio.
Poi contengono vitamina C, vitamine del gruppo B, in maniera particolare la B1 e la B3.
È presente anche la vitamina K, ottima nella prevenzione dell’osteoporosi.
I carciofi sono una fonte di ferro e di rame, minerali utili nella produzione delle cellule del sangue.
Aggiungiamo anche il betacarotene e la luteina, per proteggere la vista.

Flavonoidi

I flavonoidi, sono tra i componenti che fanno dei carciofi dal punto di vista curativo degli ortaggi speciali, tra i quali spicca la rutina, la cinarina, considerata utile in caso di disturbi del fegato.

I derivati dell’acido caffeico garantiscono effetti antiossidanti ed epatoprotettivi.

Cinarina è il nome di un composto presente nei carciofi, in grado di renderli un alimento utile per inibire l’ossidazione del colesterolo LDL e la biosintesi del colesterolo stesso.
Contiene inoltre proprietà depurative che contribuiscono all’eliminazione delle tossine da parte del nostro corpo.

Cosa dice la nostra dietista?

I carciofi, ci dice la nostra Dietista la dott.ssa Sabrina Zorzato dell’Ambulatorio Dietistico Anima e Mente di Monselice, grazie alle loro fibre, contribuiscono a migliorare la digestione, sono un diuretico naturale e migliorano la produzione dei succhi digestivi.
Non solo aiutano il fegato a fare un buon lavoro, ma anche ai reni e alla cistifellea, che si troveranno a dover affrontare un minor carico di tossine.

Il carciofo viene usato soprattutto in medicina naturale e in fitoterapia per tutte le problematiche della cistifellea e del fegato, e anche nei casi di sindrome del colon irritabile.
L’estratto di carciofo può risultare utili in tutti i casi di nausea, vomito ed intossicazioni alimentari, grazie alle proprietà depurative.

Il carciofo in cucina

Non dimentichiamo però l’uso del carciofo in cucina, la cucina regionale italiana è ricchissima di ricette con questo ortaggio.
I carciofi alla romana stufati con prezzemolo, olio extravergine d’oliva, aglio e mentuccia.
In Liguria impiegati per la preparazione della torta pasqualina; solo per fare alcuni esempi.

Possiamo mangiarli crudi su insalate, dopo averli affettati a lamelle, per la preparazione di salse per il condimento della pasta.
Come condimenti ideali, oltre all’olio extravergine d’oliva, troviamo il succo di limone, utile per evitare che i carciofi anneriscano dopo essere stati tagliati.
Fatti al forno e gratinati utilizzando pane secco casereccio grattugiato e pinoli.

Articoli Correlati

follow

i nostri  social ...