notizie dell'anima

Educazione alimentare, imparare a mangiare per star meglio.

educazione alimentare

CONDIVIDI

Ri- Educazione Alimentare
Le buone regole da portare a tavola

Quando parliamo di DIETA non dobbiamo confondere questa parola
con termini come Fame, Rinuncia, Grammatura, Sacrifici…
Quando, noi, diciamo DIETA intendiamo una più Sana e Varia alimentazione!

Dobbiamo imparare a mangiare in modo giusto, nelle qualità, nelle quantità, nell’abbinamento dei cibi ma soprattutto nell’introduzione di tutti i gruppi alimentari e nelle giuste proporzioni.
Tutto questo è importantissimo per mantenere il peso forma e combattere la ritenzione idrica.

MA COME (E COSA) BISOGNA MANGIARE?

Abbiamo chiesto alla nostra dietista, la dottoressa Sabrina Zorzato dell’ambulatorio dietistico Anima e Mente, di darci qualche consiglio.


Ecco le sue risposte

– Non saltare mai i pasti! 3 pasti principali e 2 spuntini leggeri per calmare la fame tra un pasto e l’altro.
– Bere almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno.
L’acqua elimina le tossine e aiuta a idratare il nostro organismo.
La prima digestione avviene nella bocca, quindi mangiate con calma e lentamente.
Evitate di bere bevande alcoliche, contengono zuccheri.
Se proprio dovete scegliete quelle a basso contenuto alcolico; durante il pasto cercate di bere con moderazione.
Gli zuccheri sono privi di nutrimenti, danno solo energia.
Zuccherate con regolatezza.
– Attenzione al sale. Favorisce la ritenzione, provate a sostituire il sale con le spezie.
Condimenti, privilegiate quelli di origine vegetale, ad esempio l’olio extravergine, ne basta un cucchiaino a pasto.
Usate i grassi a crudo, evitando le fritture.
– Cereali, farine e legumi, proteggono dall’insorgenza di patologie e malattie. Ricche di vitamine, proteine, carboidrati e minerali.
Inoltre contengono le fibre che aiutano a regolarizzare le funzioni fisiologiche del nostro organismo.
– Frutta e verdure fresche a volontà.
Alimenti ricchi di acqua, minerali e vitamine, un ottimo aiuto per il nostro corpo nel combattere la perdita di collagene e tessuto connettivo.
Tra l’altro hanno un basso contenuto calorico e un alto potere di sazietà.
– No alle diete fai da te!
È corretto tenere sotto controllo il peso, ma attenzione ai continui saliscendi che portano il nostro tessuto a indurirsi e a perdere elasticità.
Il risultato?
Una pelle non tonica con conseguente comparsa di quelle simpatiche smagliature.


Tutto chiaro?

Avete voglia di rimettervi in discussione dal punto di vista alimentare?

Fissate una consulenza con la nostra dietista Sabrina Zorzato che sarà lieta di darvi tutti i consigli dei quali avete bisogno.

Articoli Correlati

follow

i nostri  social ...