notizie dell'anima

Il Massaggio secondo Anima e Corpo

massaggio anima

CONDIVIDI

Il massaggio è un’arte sottile, non si tratta soltanto di abilità, ma piuttosto d’amore.
Dapprima impari la tecnica ed in seguito la dimentichi.
Quando conosci profondamente il massaggio, il novanta per cento del lavoro si fa attraverso l’amore, il dieci per cento attraverso la tecnica.

Basta il contatto d’amore perché il corpo si rilassi.
Se senti amore e comprensione per la persona che massaggi, se la vedi come un’energia di valore inestimabile, se le sei riconoscente per la sua fiducia in te e per il fatto che ti lascia agire su di lei con la tua energia, allora sempre più l’impressione di suonare uno strumento musicale.

Non soltanto la persona, ma anche tu sarai rilassato.
Massaggiando, massaggia soltanto, non pensare a nient’altro.
Entra nelle tue dita, nelle tue mani come se la tua esistenza stessa vi entrasse.
Non accontentarti di un toccare fisico.
La tua anima penetra nel corpo dell’altro e le tensioni più intense si sciolgono.

Del massaggio fanne un Piacere, non un lavoro.
Fanne un gioco e divertiti.

Il massaggio non è cosa ordinaria.
Esso ha un enorme significato.
Ci sono poche persone nate per massaggiare.
Se tu sei una di quelle la tua energia può andare molto, molto in profondità.
Però ci sono alcune cose che devi sempre ricordare mentre massaggi.

La persona che massaggi non ha corpo.
Concepiscila come senza corpo e il tuo massaggio andrà molto in profondità.
Primo pensa alla persona come se non avesse corpo, e poi pensa te stesso come se non avessi corpo.
Per corpo intendo che né lui né tu siete materia, entrambi siete energia.

Quando due cose materiali si toccano, c’è una collisione.
Quando due energie si toccano esse semplicemente si mischiano, si uniscono e si fondono l’una nell’altra. Non c’è collisione.
Due corpi fisici sono destinati a collidere.
Ogni volta che tocchi il corpo di qualcuno come corpo, e lui stesso si percepisce come corpo, ci sarà una difesa, una contrazione.
L’armatura di difesa entrerà in azione.

Allora la prima cosa è sentire che l’altro è semplicemente una energia; tu sei anche una energia.
Dopodiché comincia a giocare con l’energia come se stessi suonando una chitarra.
Fa che sia musica più che massaggio.
Fa che sia gioco più che lavoro.
Lascia che venga dal cuore più che dalla mente.

La tecnica va conosciuta, ma poi dimenticata.
Uno dovrebbe conoscere la tecnica e poi non preoccuparsi di essa.
Essa si radica nell’inconscio e da lì funziona, ma tu muoviti attraverso l’istinto.
In questo modo tu senti l’energia dell’altra persona, presenti te stesso come un fenomeno energetico, e poi due energie cominciano a giocare.
Il massaggio è quasi come amare.

Parole di Osho

Articoli Correlati

follow

i nostri  social ...