notizie dell'anima

La spesa di Febbraio

spesa febbraio

CONDIVIDI

La spesa di Febbraio

Diamo un’occhiata a quali tipi di frutta e verdura non possono mancare nella spesa di Febbraio.
Siamo arrivati a Febbraio, l’ultimo mese utile per mangiare agrumi e altri vegetali tipicamente invernali.

Frutta di febbraio

Arance

Clementine

Kiwi

Mandarini

Pompelmi

Mele

Pere

Limoni

 

Verdura di febbraio

Bietole

Broccoli

Carciofi

Cardo

Carote

Cavolfiore

Cavoli

Cicoria

Cipolle

Finocchio

Patate

Porri

Radicchio

Rape

Sedano

Spinaci

Topinambur

 

Febbraio è un periodo indicato per preparare conserve a base di agrumi, da tenere in dispensa tutto l’anno, o scorzette di arancia candite da poter utilizzare come ingrediente per i vostri dolci.

Il pompelmo è molto ricco di antiossidanti è consigliato anche nelle diete per dimagrire: accelera il metabolismo lipidico ed è considerato un alimento brucia grassi.

Inoltre per caricarci di vitamina C, oltre agli agrumi, sulle nostre tavole non possono mancare i kiwi, ottimi per regolarizzare la funzionalità dell’intestino.

A dire il vero Febbraio è il mese per consumare mele e pere di tante qualità.
E ancora… noci, mandorle, anacardi, nocciole… e fichi, prugne, albicocche… essiccati, alimenti ricchissimi di minerali e molto energizzanti.

Infatti come dice la nostra Dietista Sabrina Zorzato dell’Ambulatorio Dietistico Anima e Mente di Monselice, attenti però a non esagerare con le quantità.

Febbraio è periodo di bietole, spinaci, topinambur, cavoli, cavolfiori, cavolini di Bruxelles, barbabietola rossa, verze, finocchi, carote, cipolle, cardo, rape, sedano, broccoli.

I finocchi che sono disponibili quasi tutto l’anno, sono uno degli ortaggi più tipicamente mediterranei.
Non facciamoli mancare sulla nostra tavola a febbraio, crudi a fine pasto, o cotti in tanti ricette.
I finocchi sono molto digeribili e sono indicati anche nei bambini piccoli, nelle prime fasi dello svezzamento.

Per cui nella nostra borsa della spesa di febbraio sarebbe bene mettere tanti tipi di cavoli.
Per cambiare potete provate le qualità meno comuni e meno diffuse, come il cavolo nero, ottimo da fare in zuppa con i fagioli.
Anche i cavoletti di Bruxelles, piccoli e ricchissimi di fibre, ideali da usare per contorni leggeri; la verza rossa, da mangiare anche cruda per beneficiare a pieno di tutte le sue proprietà.
Per non parlare del topinambur, detto anche rapa tedesca, non molto conosciuto sulle tavole italiane.
Provatelo cotto al vapore o crudo, in insalata.
Le sue caratteristiche principali sono la ricchezza di fibre e il contenuto molto limitato di calorie.
Inoltre, un alimento utile per preservare e ripristinare la regolarità dell’intestino. 

Vorresti fare una Consulenza Gratuita con la nostra Dietista?

Articoli Correlati

follow

i nostri  social ...